Regione Lazio: diritti e risarcimenti per i pendolari vittime di Trenitalia!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti
All’Assessore alla Mobilità della Regione Lazio Mauro Alessandri

Ogni giorno, migliaia di pendolari della Regione Lazio sanno quando partono ma non sanno quando tornano.
Sono costretti ad affrontare gravi disservizi a causa di ritardi, cancellazioni improvvise, guasti e sovraffollamento. Tutto ciò con considerevole danno all'attività lavorativa e alla propria vita familiare.

Ritardi, treni cancellati, sistema in tilt: non sono più un evento occasionale, ma sistematico. 

Cosa fa la Regione Lazio per impedire che i pendolari vangano trattati da Trenitalia come clienti di serie B, e per tutelarli di fronte ai quotidiani disagi e disastri? 

Nulla.

PER QUESTO, IL COMITATO PENDOLARI DI ORTE CHIEDE:

1) Che la Regione Lazio vigili su ritardi e soppressioni di treni in modo autonomo.

2)  Che la Regione Lazio applichi le penali in seguito a ritardi e soppressione dei treni; già previste dal Contratto di Servizio stupulato con Trenitalia;

3) Che l'applicazione di tali penali si trasformi in un risarcimento contestuale non solo per i titolari di biglietto, ma  soprattutto per i pendolari che subiscono in modo continuativo i disagi legati alla mancata applicazione del contratto di servizio; 

4) Che tale risarcimento sia immediato, accessibile e non sottoposto a lungaggini burocratiche, che di fatto funzionano come un deterrente.


Tutto questo non ci restituirà un trasporto pubblico efficente, funzionante, degno di un Paese moderno. Ma contribuirà a restituirci la dignità di cittadini.

Regione Lazio: basta accettare le scuse di Trenitalia per il disagio. Vogliamo essere risarciti!

FIRMA LA PETIZIONE



Oggi: Comitato Pendolari Orte conta su di te

Comitato Pendolari Orte ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Regione Lazio: diritti e risarcimenti per i pendolari vittime di Trenitalia!". Unisciti con Comitato Pendolari Orte ed 941 sostenitori più oggi.