Fermiamo il sacrificio dei nostri ragazzi. Difendiamo il loro diritto di essere giovani.

Fermiamo il sacrificio dei nostri ragazzi. Difendiamo il loro diritto di essere giovani.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
Andrea Folli ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Regione Emilia Romagna e a

Perché i giovani si possono sacrificare? 

Basta approfittare del fatto che i ragazzi non riescono a farsi sentire.

É chiaro che i giovani di oggi sono il nostro futuro?

É chiaro che non consentendogli di vivere la loro gioventù si creeranno adulti impauriti che non sapranno prendersi le loro responsabilità.

I ragazzi devono vivere insieme, devono gustarsi, devono imparare e guardarsi negli occhi. Devono interagire, devono innamorarsi, devono desiderare e desiderarsi.

Abbiamo già visto l'effetto delle reclusioni create da paure poi dimostratesi infondate. 

Basta al carcere invisibile fatto con strumenti che imprigionano. Abbiano dovuto accettare di vedere i nostri ragazzi imprigionati dietro a schermi di ogni genere: pc, tv, console game, telefonini. Basta.

Hanno diritto a vivere, non di sopravvivere. 

É il momento del coraggio di riportare tutti in classe, con buon senso, ma in classe. TUTTI

GLI ADOLESCENTI HANNO BISOGNO COME GLI ALTRI DI ESSERE GIOVANI. 

Di sicuro non é colpa loro quello che sta accadendo, ma di certo sarà colpa di chi non permette loro di non andare a scuola se domani avremo tantissimi casi di disadattamento, e di scarsa formazione.

Loro sono il futuro, basta fare finta di niente.

É il momento di avere fiducia e coraggio, bisogna credere in chi ha fatto di tutto per organizzare al meglio e in sicurezza le scuole. É il momento di rimandare i ragazzi dentro alla loro vita. Sono già stati fuori troppo tempo 

É il momento di concentrare le attenzioni sui servizi e non sugli utenti. Il bisogno sono i ragazzi, il resto va organizzato intorno a loro. Non viceversa. 

Trasporti, orari, turni, etc tutto va organizzato per far sì che vadano a scuola e vivano tra di loro. Loro non sono un problema, loro non vanno conservati in una teca, loro sono la nostra continuità. Loro, vanno messi in condizione di vivere il loro tempo. Adesso. Dopo sarà troppo tardi. 

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!