Stop al Blackface nelle trasmissioni televisive italiane, la RAI deve capirlo!

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


Tale e Quale! è un talent show trasmesso sulla rete nazionale RAI, condotto da Carlo Conti.
Il programma consiste in una gara fra dieci vip, impegnati nell'imitazione attraverso la reinterpretazione di brani, costumi e coreografie di personaggi celebri del mondo della musica. Da diverso tempo il talent show utilizza il make up nella reinterpretazione di artisti neri, imitandone le sembianze stilizzandole e stereotipandole: si rende colpevole, quindi, di blackface.

Il programma e la rete non hanno tenuto in considerazione l'alta forma di discriminazione razzista che stanno mettendo in atto. Hanno infatti giustificato il loro operato durante una diretta, dopo l’ennesima esibizione discriminatoria, affermando che dal loro punto di vista la scelta di imitare artisti neri, di fatto colorando di nero il viso di bianchi, è una forma di celebrazione di grandi artisti, aggiungendo che non sono interessati al colore della pelle ma solo a rendere omaggio agli artisti in questione. Il blackface è però un genere di make up razzista, come ampiamente confermato da studi sociologici e storici, e la televisione italiana non può continuare a portare contenuti intolleranti oltre che ignoranti, tentando perfino di reinterpretare questo metodo discriminatorio sotto una lente celebrativa: questa è una scelta consapevole di discriminazione razzista, fatta dal programma e dalla rete nazionale. Rete nazionale che, inoltre, obbliga anche il pubblico italiano nero al pagamento annuo del canone e di fatto impone loro un’umiliazione attraverso i contenuti che propone.

La petizione ha l'obiettivo di fermare questo atto razzista e promulgare una comprensione informata, edotta dell’argomento. Il programma e la nostra rete nazionale hanno l'obbligo di non portare contenuti discriminatori e sopratutto non ignorare e, anzi, rispettare la voce di chi è vittima delle loro scelte.
Il razzismo non può essere tollerato!