LE UNIONI CIVILI NON SI TOCCANO!

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


La legge sulle unioni civili ha rappresentato un importante passo di civiltà per il nostro Paese eppure è di oggi notizia che alcuni esponenti del centro destra vogliano abolirla nella prossima legislatura.

La candidata di Forza Italia Eugenia Roccella in un intervento ad un convegno organizzato da Alleanza Cattolica ha affermato : “Il mio impegno nella prossima legislatura sarà quello di battermi, insieme agli amici della coalizione di centrodestra, per abolire o cambiare profondamente tutte le leggi approvate dalla sinistra che hanno ferito la famiglia”... “Penso al provvedimento sulle unioni civili che, va detto con chiarezza, di fatto apre alla stepchild adoption. Per la sinistra, leggi come questa portano verso il progresso; per noi, vanno verso la fine dell’umano”.

LA CAVALLERIA MEDIEVALE DEL CENTRO DESTRA SI STA DI NUOVO ORGANIZZANDO PER FAR CADERE IL NOSTRO PAESE NEL RIDICOLO E NEL PASSATO.

Non possiamo restare in silenzio difronte alle assurde promesse di campagna elettorale che vorrebbero cancellare una legge di civiltà che ha fatto cultura, che ha coronato il sogno di migliaia di cittadini, che ha fatto capire a milioni di persone che  un amore omosessuale e un amore eterosessuale sono la stessa cosa, che ha fatto comprendere a migliaia di genitori di non doversi vergognare per i propri figli omosessuali.

Per questo vi chiedo di unirmi al mio appello a difesa della legge sulle unioni civili che rappresenta uno dei provvedimenti più importanti sul tema dei diritti civili approvato nell'ultima legislatura.

Facciamo comprendere a questi "signori difensori della famiglia tradizionale" che il popolo Italiano non è con loro e non lo sarà mai. Per questo motivo lancio anche la pagina facebook LE UNIONI CIVILI NON SI TOCCANO che vorrà mettere insieme quante più persone possibili che vogliono un Paese dove vi sia eguaglianza e  non odio e discriminazione. 

 

https://www.facebook.com/pg/Le-unioni-civili-non-si-toccano-1930233167016790/about/?ref=page_internal

Alessandro Reda



Oggi: Alessandro conta su di te

Alessandro Reda ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "prossimo parlamento italiano : LE UNIONI CIVILI NON SI TOCCANO!". Unisciti con Alessandro ed 28 sostenitori più oggi.