FATECI VEDERE QUANTA ENERGIA CONSUMANO I NOSTRI ELETTRODOMESTICI

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Negli ultimi anni, il diffondersi di un numero sempre maggiore di apparecchiature elettriche ed elettroniche nelle nostre abitazioni ha portato ad un incremento pressoché continuo dei consumi di energia elettrica.

A fronte di tale aumento, i decisori politici ed il mercato stanno dedicando sempre maggiore attenzione al risparmio energetico sia a livello individuale che collettivo ma, nonostante gli ottimi risultati raggiunti, i consumi elettrici continuano a crescere ovunque nell’UE.

I principali motivi riguardano la maggiore diffusione degli apparecchi tradizionali per singola famiglia e l’ uso generalizzato della funzione stand-by.

Per far fronte all’esigenza di un maggiore controllo dei consumi da parte delle famiglie, il mercato sta rispondendo con la commercializzazione di sistemi di controllo collegabili ai PC ed agli smartphone che consentono la visualizzazione istantanea e la memorizzazione dei consumi o anche il controllo a distanza delle varie apparecchiature.

Purtroppo, nonostante il basso costo di tali prodotti, la loro diffusione stenta a decollare soprattutto perché essi mal si conciliano con i modelli attuali dell’abitare che richiedono tecnologie poco invasive, con un buon livello di usabilità e integrate all’interno delle stesse apparecchiature.

Insomma, tutto sarebbe molto più semplice se ogni elettrodomestico potesse comunicare il proprio consumo energetico istantaneo ed il relativo costo così come accade per i tempi di lavaggio di una lavabiancheria o la temperatura interna di un frigorifero o anche la sintonizzazione dei canali di un televisore.

Studi internazionali sul cambiamento comportamentale hanno dimostrato che la conoscenza di un determinato valore di consumo energetico, nel momento stesso in cui l’utente si interfaccia con la tecnologia, può indurre una maggiore capacità reattiva rispetto ad un’azione più lontana nel tempo e nello spazio.

Per questo motivo chiediamo ai produttori ed ai distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche di migliorare l’usabilità delle proprie tecnologie prevedendo, nei nuovi prodotti, l’inserimento di strumenti digitali per la misura e la visualizzazione del consumo di energia.

Questo potrebbe  un risparmio energetico compreso fra il 7 e il 10% senza prevedere interventi onerosi da parte degli utenti, con la conseguente riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.



Oggi: Antonio conta su di te

Antonio Disi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Produttori e distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche: FATECI VEDERE QUANTA ENERGIA CONSUMANO I NOSTRI ELETTRODOMESTICI". Unisciti con Antonio ed 239 sostenitori più oggi.