Le vittime non vanno punite, chiediamo la Grazia per Evelin Beatriz

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


 Evelyn Beatriz Herna'ndez Cruz, questo il suo nome, ha subito uno stupro di gruppo da parte di una gang e ha sempre sostenuto  che il feto sarebbe nato già morto. L'impianto accusatorio ha affermato, ma non provato, che Evelyn avrebbe ucciso il neonato gettandolo nello scarico del bagno e ha citato un esame del medico legale che secondo la difesa sarebbe stato invece equivocato.Tre giudici si sono pronunciati per la conferma della condanna sostenendo che "gli elementi probatori per la condanna non sono cambiati". El Salvador, è uno dei Paesi con le leggi più restrittive al mondo in tema di diritti delle donne e l'aborto è illegale.In un epoca in cui si difendono i diritti delle donne occidentali, è insopportabile che si condanni a tale pena una VITTIMA, e non chi l'ha violentata. Diciamo BASTA.

Noi vogliamo che la legge salvadorena sull'aborto cambi, ma prima ancora chiediamo al Presidente della Repubblica de El Salvador di concedere la grazia immediata a Evelyn Beatriz e a tutte quelle come lei che dopo aver vissuto la violenza dello stupro stanno affrontando l'incubo del carcere.

Firmiamo per far sentire Evelyn e le altre meno sole.



Oggi: Enrico conta su di te

Enrico Blasi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Priscilla Chan: Le vittime non vanno punite, chiediamo la Grazia per Evelin Beatriz". Unisciti con Enrico ed 39 sostenitori più oggi.