NO a rotatorie pericolose e strette sulla statale 63, SI a riduzione tempi di percorrenza

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


La nostra richiesta riguarda la statale 63: apprendiamo positivamente che, dopo la variante del Bocco, siano allo studio nuovi interventi di miglioramento. A nostro avviso è importante che questi interventi consentano di ridurre in sicurezza i tempi tra la montagna e la città, fino alla stazione Mediopadana. Pensiamo che si debba evitare di costruire ovunque rotatorie su questa dorsale, specialmente nei tratti di nuova costruzione, perché penalizzano il traffico principale con ripercussioni negative sul traffico, inquinamento e tempi di percorrenza specialmente nelle ore di punta. In alcuni casi sono addirittura pericolose, come le nuove rotatorie sulla variante del Bocco, e i recenti fatti dell'ambulanza fuori strada lo dimostrano. Esse sono strette e in contro-pendenza eccessiva (regolari?). Rallentano il traffico costringendo i mezzi pesanti a percorrerle a passo d'uomo e soprattutto due rotatorie per un paese così piccolo sono inutili.

Pertanto chiediamo che nei nuovi interventi non vengano costruite ulteriori rotatorie, utili in altri contesti ma non nelle arterie principali come la statale 63. Da realizzare prioritariamente i collegamenti Puianello-Canali e Bocco-Bettola. Chiediamo anche che le rotatorie della variante del Bocco, specialmente quella a monte, vengano immediatamente rimosse e la strada rettificata perché costituiscono pericolo reale per la circolazione di tutti noi che percorriamo la strada anche nelle ore di punta.



Oggi: Alberto conta su di te

Alberto Castagnini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "presidenza@provincia.re.it;: NO a rotatorie pericolose sulla statale 63, SI a riduzione tempi di percorrenza". Unisciti con Alberto ed 153 sostenitori più oggi.