#UnTamponePerTutti# #PerTornareAllaNormalità#

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


               #UnTamponePerTutti#
FATECI CAPIRE QUAL È LA VOSTRA STRATEGIA?
I SACRIFICI CHE STIAMO FACENDO CI FARANNO USCIRE DI CASA?
CI FARANNO SALVARE IL NOSTRO LAVORO?
PERCHÉ TRA UN PO’ ARRIVEREMO ALLA FAME!!! 
Spostare la data per uscire di casa, vuol dire semplicemente spostare il problema. Non risolverlo.
Perché quando usciremo di nuovo di casa (anche ai primi di maggio) ci sarà sempre il rischio di una nuova infezione.
Infatti, basterà un solo infetto che ricominceremo di nuovo con l’epidemia.
Non possiamo vivere così per mesi. Non possiamo stare a casa senza avere una strategia andando avanti a tentativi.
È necessaria una strategia che possa permetterci di ritornare ad un principio di NORMALITÀ!
Come ? Con il : #UnTamponePerTutti#
Servirebbe creare un'organizzazione capillare, altrimenti diventerà complicato applicare il TAMPONE PER TUTTI, si potrebbe fare nel seguente modo:
1) Nominare un COMMISSARIO in ogni REGIONE che può essere il Prefetto del capoluogo di provincia o il Questore che, si dovrebbe COORDINARE con il commissario nominato pochi giorni fa, con i PRESIDENTI delle regioni e i SINDACI dei capoluoghi. I sindaci della provincia potranno coordinarsi con tutti i sindaci della propria provincia sul proprio territorio. Le regole devono e essere stabilite ed uguali per tutti. Tutte le operazioni potranno avere la collaborazione della protezione civile .
2) TEMPI PER I TAMPONI : stabilire un tempo massimo (tipo 7 giorni) per il recupero degli approvvigionamenti dei tamponi attraverso società presenti sul territorio, per poi procedere ad organizzarsi concretamente per fare tamponi a tutti i cittadini sul territorio.
3) RECUPERO STRUTTURE: Vista la competenza regionale sulla sanità, il commissario nazionale per l'emergenza, unitamente al presidente della regione con tutti i sindaci dei capoluoghi si preoccuperanno di recuperare di tutti i laboratori di analisi pubbliche, convenzionate ma anche strutture private per poi eseguire tutti gli esami dei tamponi nel più breve tempo possibile.
Le strutture devono essere necessarie e sufficienti al fabbisogno regionale.
I laboratori, potrebbero essere requisiti temporaneamente e limitatamente solo per il tempio necessario ad eseguire i tamponi.
4) INIZIO : si inizia col fare i tamponi a TUTTI i soggetti che svolgono ruoli o servizi di prima necessità ( medici, trasportatori, infermieri, fattorini, postini, farmacisti, commessi e forze dell’ordine tutte ecc) oltre ai soggetti con cui vivono ( moglie, marito figli nonni)
5) CIRCOLAZIONE: potrà uscire e circolare solo chi ha fatto il tampone ed è RISULTATO NEGATIVO. Nessun altro potrà uscire di casa!
6) COSTI E RISULTATI ESAMI: Il materiale per il tampone faringeo sembra avere un costo di 1 euro! La procedura del tampone consiste in un cotton fioc che raccoglie campioni dal rinofaringe (naso e gola): il costo totale sembrerebbe essere di circa 30 euro a tampone! Una società italiana ha detto che è in grado di fare 10 milioni di tamponi a settimana. 
7) I TEMPI DI RISPOSTA: per l'esito del test, attualmente, sono tra le 4 e le 6 ore.
Un’azienda italiana attiva nella diagnostica, che ha annunciato il lancio entro fine marzo di un test in grado di identificare il virus solamente in un'ora.
8)CIRCOLAZIONE IN CITTÀ : si potrà circolare nella propria città solo se si è in possesso di tampone e nessuno potrà entrare o uscire in città senza l'esame del tampone. Stesso discorso per i pendolari. Solo così possiamo tornare alla normalità. 
OGNI GIORNO USCIAMO DAI BALCONI E GRIDIAMO : #UnTamponePerTutti#