Garanzie economiche per i famigliari di medici e sanitari vittime del Coronavirus COVID-19

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Migliaia di medici e operatori della sanità hanno messo e continuano a mettere a rischio la loro salute e la loro vita combattendo in prima linea una dura battaglia contro il Coronavirus alias COVID-19.

Nella Giornata nazionale in ricordo vittime del Covid che si celebrerà d'ora in poi ogni 18 marzo, il tragico bilancio degli operatori sanitari deceduti per Coronavirus, come riportato da Fnomceo e Fnopi, ha raggiunto quota 420 (340 medici e 81 infermieri) . Si tratta di eroi dei nostri tempi e lo Stato dovrebbe dimostrare loro riconoscenza, vicinanza e sostegno.


Occorre un segnale forte e concreto: estendere a queste vittime del dovere e ai loro famigliari gli stessi benefici economici, previdenziali e fiscali che lo Stato da tempo prevede a favore delle vittime per fatti di terrorismo e di criminalità organizzata  (legge 3 agosto 2004 n. 206 e successive modificazioni): assegno speciale, vitalizio, esenzione da ticket, riconoscimento della “doppia annualità” della pensione di reversibilità o indiretta; riconoscimento degli altri benefici non economici (collocamento obbligatorio con precedenza e preferenza a parità di titoli; riserva di posti per l’assunzione ad ogni livello e qualifica).
Maggiori informazioni sul sito INPS

https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50731

Autore della Foto Angels è dell'artista Franco Rivolli