STOP all’utilIzzo di basi USA presenti in Italia, per operazioni di guerra contro l’Iran.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Un’operazione della rilevanza strategica enorme quale quella dell’uccisione del generale iraniano Soleimani, ordinata dal presidente Trump e condotta con i droni da parte dell’esercito americano, ha certamente coinvolto la base USA di Sigonella in Sicilia.

Questa operazione eseguita dall’esercito americano, senza nessun accordo della comunità internazionale o dell’alleanza Atlantica (alla quale il Governo italiano ha recentemente confermato la propria adesione finanziandola con una quota di 7 miliardi) mette a repentaglio la stabilità dell’area mediorientale, nonché la sicurezza nazionale, viste le molteplici installazioni militari statunitensi, presenti sul territorio italiano, le quali potrebbero facilmente rivelarsi degli obbiettivi, per eventuali risposte militari da parte dell’Iran o da parte di forze filo iraniane. Questo dovrebbe porre dei pressanti problemi di ordine politico, ma anche Costituzionale al governo e al Parlamento. Il governo italiano neghi l’uso di Sigonella e altre basi in Italia. È doveroso che il governo italiano dichiari l’indisponibilità delle basi militari che si trovano sul territorio italiano – da Aviano a Sigonella – per le operazioni che gli Usa stanno conducente in medio oriente.