Salviamo la Ristorazione Italiana

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


La ristorazione Italiana in questo momento della crisi COVID-19 è in ginocchio.

Il decreto legge del 17 Marzo 2020, non è minimamente risolutivo per la crisi profonda del settore ristorativo Un settore trainante dell'economica Italiana con oltre 434.000 aziende e oltre 920.000 posti di lavoro.

Quello che chiediamo sono 4 punti specifici per dare immediata liquidità dopo oltre 2 mesi di chiusura.

1.Sospensione totale di tutte le tasse e i contributi fino a tutto il 2020


2 .Iniezione immediata di liquidità di 1 miliardo a fondo perduto per agevolare investimenti strutturali per nuovi modelli di business ( esempio Delivery)


3. 4 miliardi in finanza agevolata  Si tratta di una somma immediata che possa portare il   ristoratore ad avere un minimo di liquidità per affrontare meglio il momento.


4.Attivare i  RistoBond specifici di settore. L’idea potrebbe essere quella di far proporre al cliente finale l’acquisto di un bond di un importo ma il cui valore è superiore, per farlo “spendere” in pasti in un momento successivo. (es. RistoBond acquistato a € 75, valore dello stesso € 100, spendibile entro 90 giorni dopo la riapertura del locale passata l’emergenza). Il bond deve contenere un credito d’imposta del valore del 10% del valore stesso.

Questa petizione è fondamentale per rilanciare un settore economico e produttivi importante per l'Italia.