Licenziamento Ciontoli

Licenziamento Ciontoli

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Antonio Trotta ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Luciana Lamorgese (Ministro dell'Interno) e a

La sospensione dal lavoro di Antonio Ciontoli da Ladispoli la revoca del porto d’armi per il grave reato di cui è imputato ovvero dell’omicidio, in concorso coi suoi familiari, del giovano Marco Vannini accaduto il 27 maggio 2015. La magistratura si è pronunciata già due volte e oggi, 7 febbraio 2020 la Suprema Corte di Cassazione ha accolto il ricorso della parte lesa rinviando gli atti ad altra Corte d’Appello per pronunciare sentenza relativa a omicidio preterintenzionale (o di secondo grado) e non come omicidio colposo (cosiddetto di terzo grado). Codesto presunto assassino gira con due letali pistole “parabellum”, ovvero di calibro militare 9.21 mm. e potrebbe reiterare altri reati simili!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!