Disservizi INPS per erogazione Bonus alle Partite Iva. Dimissioni immediate di Tridico!

Disservizi INPS per erogazione Bonus alle Partite Iva. Dimissioni immediate di Tridico!

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Domenico Campeglia ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidenza del consiglio dei ministri, Governo Italiano

Come era ampiamente prevedibile, visti i proclami su un possibile "click day", vi è stato nella notte del 01 aprile 2020 un vero e proprio assalto sul sito dell'INPS da parte di intestatari di partita Iva, che possono usufruire di un sostegno pari a 600 euro, a causa dell'emergenza economica connessa al Coronavirus. Con l’effetto di produrre un vero e proprio ingolfamento dei sistemi informatici, come abbiamo detto ampiamente prevedibile, e dovuto alla inadeguatezza della infrastruttura tecnologica. Ore di attesa, soltanto per ottenere il caricamento di una singola pagina. Ma non è tutto. Nelle prime ore della mattinata del 01 aprile 2020 si è arrivati persino allo scambio di identità. Un paradosso pirandelliano, in cui centinaia di cittadini si sono trovati a visualizzare le informazioni privatissime di altre persona. In barba alle più elementari norme a tutela della privacy. Tutto ciò con un effetto drammatico sulla carne viva delle persone, costrette a ritardare l’accesso ai 600 euro, che in questi giorni così complicati rappresentano una cifra di vita o di morte. Uno, nessuno, centomila: Pirandello sembra prendere il sopravvento sulle più avanzate infrastrutture tecnologiche. Nel frattempo, però, per molti i 600 euro restano una chimera imprigionata tra le pieghe della burocrazia. Impossibilitati a risolvere prontamente il problema il sito dell' Inps è stato chiuso (con la scusa, non credibile fino in fondo, di hacker ricevuti che hanno provocato «disfunzioni»). Il garante della privacy Antonello Soro è subito intervenuto: «Questo data breach è un fatto gravissimo, siamo molto preoccupati. Abbiamo immediatamente preso contatto con l' Inps - aggiunge Soro - e avvieremo i primi accertamenti per verificare se possa essersi trattato di un problema legato alla progettazione del sistema o se si tratti invece di una problematica di portata più ampia. Intanto è assolutamente urgente che l' Inps chiuda la falla e metta in sicurezza i dati». A seguito dei fatti chiediamo immediatamente le dimissioni irrevocabili e spontanee del Presidente Inps Pasquale Tridico o in alternativa l'immediata rimozione dello stesso dal suo incarico da parte del Governo Italiano, oltre alla rimozione immediata di tutti i responsabili tecnici ed amministrativi legati alle suddette disfunzioni.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!