Chiusura immediata degli studi odontoiatrici ed erogazione fondi statali per Covid19.

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Allo stato attuale gli studi odontoiatrici italiani sono circa 60000, in considerazione dell'emergenza Covid19 non tutti hanno deciso di interrompere l'attività, dato che le spese fisse sono onerose. Basti pensare agli stipendi dei dipendenti, ai contributi, alla cassa previdenziale, ai leasing dei beni strumentali, ai mutui e/o fitti dei locali, ai costi dei materiali deperibili ecc. 

Siamo una delle categorie più a rischio di infezioni crociate (trasmissione operatore-paziente e viceversa, ma anche operatore-operatore e paziente- paziente). I nostri studi sarebbero già dovuti essere chiusi dall'inizio dell'anno, appena saputa la notizia della diffusione del virus Covid19. Ora si fa appello alla popolazione di stare a casa, ma noi partite IVA, liberi professionisti ed i nostri dipendenti quanto potremmo resistere senza lavorare? 

Si richiede un provvedimento urgente che sostenga economicamente i titolari di studio ed i loro dipendenti, commisurato al reddito dichiarato.

È auspicabile che il provvedimento avvenga in automatico, senza esplicita richiesta degli interessati, onde evitare di intasare i canali telematici.