Consentire di fare il tampone per Covid anche dopo il ritorno in Italia

Consentire di fare il tampone per Covid anche dopo il ritorno in Italia

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Francine Reculez ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dopo il 10 dicembre decine di migliaia di Italiani, studenti o lavoratori, torneranno in Italia per le festività da paesi UE o Schengen.

Il nuovo DPCM Natale impone loro di eseguire un tampone nelle 48 ore prima della partenza. Non è più prevista la possibilità di farlo in Italia entro 48 ore dall'arrivo.

Per chi è sprovvisto di tampone è d'obbligo la quarantena di 10 giorni. Le vacanze di Natale chiusi in casa, senza un vero motivo!

Molti paesi offrono solo tamponi in strutture private e spesso a costi proibitivi (149€ in Olanda, per esempio). Ma soprattutto in molti casi non è nemmeno più possibile prenotare per tempo.

La maggior parte dei paesi europei ha livelli di contagio simili o inferiori all'Italia: perché allora imporre una norma così punitiva?

Addirittura per chi arriva dopo il 21 dicembre l'unica opzione è la quarantena.

Una norma creata per evitare lo spostamento turistico verso località sciistiche estere andrà a colpire lavoratori e studenti che non viaggiano per turismo.

Chiediamo che venga ripristinata la possibilità di fare il tampone all'arrivo in Italia entro 48 ore, ovviamente rispettando l'isolamento fiduciario fino all'esito.

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!