ROMPIAMO L'ISOLAMENTO DELLA VALTIBERINA UMBRO-TOSCANA! FIRMATE PER E78, FCU E MONTEDOGLIO

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Ai Presidenti delle Regioni Umbria e Toscana

Ai Sindaci dei Comuni della Valtiberina Toscana e Umbria

Ai Parlamentari dell'Alto Tevere Umbro e della Valtiberina Toscana

e loro SEDI.

Oggetto: Presentazione di una petizione popolare per lo sviluppo e la salvaguardia del territorio ed in particolare per il completamento della superstrada E78, per l'ammodernamento e il completamento con collegamento ad Arezzo della Ferrovia Centrale Umbra ora RFI e per il ripristino e messa in sicurezza della Diga di Montedoglio.

I seguenti sottoscrittori che dichiarano di risiedere o comunque operare nei comuni dell'Alto tevere Umbro e della Valtiberina Toscana, a seguito delle Assemblee tenutasi a Selci lama presso la Sala Filarmonica, degli incontri dei Sindaci dei due comprensori e delle interrogazioni di consiglieri regionali e parlamentari nazionali

                                                                                            PRESENTANO

LA SEGUENTE PETIZIONE ALL'AUTORITA':

  1. In merito alla proposta di tracciato della E78 da intersezione al traforo della Guinza con la quale si riduce tale tracciato a strada a due corsie con sovrapposizioni con la viabilità locale (stanziamento € 100 milioni) ribadiscono la loro contrarietà a tale proposta, alla luce della pubblicazione da parte di ANAS del piano di investimento per il quadriennio 2016-2020 che pone al primo posto in graduatoria il completamento della E78 con uno stanziamento di € 1'415 milioni (tremilamiliardi circa delle vecchie lire). Evidentemente le autorità nazionali ritengono questa arteria strategica per il futuro della viabilità del nostro Paese e un intervallo di 10 km a carattere locale snaturerebbe tutta la logica stessa dell'intera superstrada. Ribadiscono l'ovvietà che la superstrada da Grosseto a Fano debba essere completata per intero e ribadiscono altresì che occorre studiare un tracciato con il minor impatto possibile e cha la gola del torrente Lama non ha queste caratteristiche. Propongono che nell'attesa di uno studio approfondito per superare il tratto appenninico, il misero stanziamento sia destinato alla realizzazione del tratto di km 5 (in pianura) da "Le Ville Monterchi" all'intersezione con la E45 e che l'intersezione venga realizzata il più vicino possibile alla piastra logistica nata come centro intermodale.
  2. Per quanto riguarda la ex Ferrovia Centrale Umbra, ora RFI, chiedono di procedere in tempi rapidi alla sua riapertura per eliminare i disagi procurati ai lavoratori e studenti pendolari ed eviti di dare un duro colpo all'intera economia della vallata e dell'Umbria in genere. Inoltre preso atto che per rendere economica la struttura l'utenza deve essere più che raddoppiata, invitano le autorità competenti a rendere la ferrovia moderna, tecnologicamente avanzata, che riduca i tempi di percorrenza ed oltre a farne una metropolitana di superficie sia pressa in esame la realizzazione del tratto Sansepolcro-Arezzo di km 25 (cosa peraltro già esistente in origine) per collegarsi alla rete ferroviaria estesa ed all'alta velocità cosa che sarebbe sicuramente vitale per l'intera economia della vallata. Nel frattempo di tale realizzazione, propongono di attuare un collegamento con pullman con partenza dalla stazione ferroviaria di Sansepolcro per Arezzo e ritorno con coincidenza con i treni ad alta velocità. Queste realizzazioni daranno impulso anche all'ampliamento del servizio riparazioni del maeriale viaggiante della stazione di Umbertide.
  3. Per quanto riguarda l'invaso di Montedoglio auspicano il ripristino e la messa in sicurezza della diga quanto prima per risolvere i sempre più urgenti problemi di carenza di acqua per l'agricoltura e per uso idropotabile.

E' in periodo di crisi come quello attuale che per dare impulso all'economia devono essere programmate e realizzate le infrastrutture per il futuro dell'intero Paese e in fatto di infrastrutture la nostra vallata è stata sicuramente fino ad ora fortemente penalizzata.

 

IL COMITATO PER LO SVILUPPO E LA SALVAGUARDIA DELL'ALTO TEVERE UMBRO E VALTIBERINA TOSCANA

 



Oggi: COMITATO PER LA SALVAGUARDIA E LO SVILUPPO DELLA VALTIBERINA conta su di te

COMITATO PER LA SALVAGUARDIA E LO SVILUPPO DELLA VALTIBERINA ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "PRESIDENTI DI REGIONE UMBRIA E TOSCANA SINDACI DEI COMUNI E PARLAMENTARI DELL'ALTO TEVERE: ROMPIAMO L'ISOLAMENTO DELLA VALTIBERINA UMBRO-TOSCANA! FIRMATE PER E78, FCU E MONTEDOGLIO". Unisciti con COMITATO PER LA SALVAGUARDIA E LO SVILUPPO DELLA VALTIBERINA ed 113 sostenitori più oggi.