Tutela dei lavoratori sportivi che in questo momento di emergenza Coronavirus non possono

Tutela dei lavoratori sportivi che in questo momento di emergenza Coronavirus non possono

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Angela Giganti ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

EMERGENZA CORONAVIRIS
A seguito dei vari decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, che prevedono la sospensione delle attività di palestre e dei centri sportivi, siamo a richiedere che per tali attività venga consentita l'apertura come concesso ai ristoranti, pub, bar, musei e luoghi di cultura e di culto, assicurando modalità di fruizione contingentata, tali da evitare assembramento di persone e garantendo la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro, permettendoci di garantire dei servizi minimi come le lezioni private, le sedute di personal training e lo svolgimento di lezioni e allenamenti per gruppi ridotti .
Sottolineiamo inoltre che le sedute di allenamento degli atleti tesserati agonisti viene già garantita a patto che vengano rispettate le modalità sopra citate; chiediamo quindi che la possibilità di svolgere i propri allenamenti venga esteso anche ai non agonisti e a coloro che svolgono attività motoria in genere.
Questo permetterebbe di ridurre in parte i danni che la chiusura forzata e totale sta creando ad associazioni e centri sportivi, palestre, scuole di danza e affini e permetterebbe di garantire delle attività minime volte a tutelare i lavoratori sportivi che in questo momento si ritrovano senza nessuna possibilità di poter lavorare.”

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!