Permettere ai congiunti di riunirsi anche se abitanti in altre Regioni

Permettere ai congiunti di riunirsi anche se abitanti in altre Regioni

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!
Simona Rivetta ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Giuseppe Conte (Presidente del Consigl)

Egregio Presidente Conte, 

questa pandemia sta distruggendo la vita degli  Italiani: lavoro, salute e ora, con l’impossibilità di muoversi fra Regioni, sta minando pesantemente anche gli affetti e la stabilità delle famiglie. Non chiediamo una riapertura completa dei confini regionali, bensì di permettere ai congiunti (nell’accezione già in vigore) e previa comunicazione alle Autorità competenti locali, obbligo di permanenza nel domicilio dichiarato e di sottoporsi a termoscanner anche quotidiano, di ricongiungersi temporaneamente.

E’ disumano lasciare nuclei familiari e coppie separati per mesi, senza una prospettiva concreta, senza una data in cui finalmente si possa rivedere chi si ama. Toglie a molte Italiane e Italiani la voglia di combattere, di stare in piedi in un momento in cui invece c’è bisogno di una grande forza di volontà. 
Aggiungere anche  l’incertezza degli affetti a tutte le incertezze che stiamo vivendo rende questa vita invivibile.

Pertanto chiedo a Lei, Presidente, e a tutti i Presidenti di Regione, di pensare a chi per i motivi più svariati è lontano da chi ama ormai da troppo tempo e comincia ad accusare pesantemente il colpo. Grazie

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!