Riportiamo Arianna da sua madre

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Arianna è stata sottratta a sua madre per vendetta. La legge è stata aggirata, i periti comprati, e Ginevra Amerighi non vede sua figlia da quasi 10 anni, quando la bimba aveva 18 mesi. Sulla base di un possibile disturbo istrionico mai provato. La bimba è stata affidata in via esclusiva al padre, un ricco imprenditore romano, e da allora non l’ha più vista. Ai suoi ripetuti ricorsi in Tribunale nessuno ha mai risposto. L’Italia non può dirsi un paese civile se non mette fine ad una storia così assurda da sembrare inventata. 

Molte le prove a sostegno della “montatura” e della “corruzione” che nessuno si prende la briga di esaminare.

Questa storia lede i più basilari principi di equità e giustizia ed è una palese violazione dei diritti umani.