Rimuovere subito il sindaco «orgogliosamente razzista»

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Il sindaco di Albettone (Vicenza), Joe Formaggio, eletto con il partito Fratelli d'Italia, ha affermato ai microfoni della trasmissione La Zanzara (radio24) di essere «orgogliosamente razzista» e si è lanciato in affermazioni come:

«Da noi i negri rischiano la pelle»

«Se li mandano, Gorino passerà in secondo piano»

«Se ce li mandano muriamo le case e le riempiamo di letame. Siamo orgogliosamente razzisti. Non vogliamo negri e zingari, da noi rischiano la pelle»

«Esportiamo cervelli e importiamo negri [che] sono meno intelligenti di noi, sono inferiori»

«Se un prefetto manda i profughi qui ad Albettone le barricate di Gorino passeranno in secondo piano»

«Qui non vogliamo extracomunitari, negri e zingari. Abbiamo un poligono di tiro, il più alto numero di porto d’armi di tutta la regione Veneto. E non vogliamo nessuno che venga a rompere. Da noi rischiano la pelle»

Contro l'eventuale costruzione di una moschea, il sindaco ha invece promesso di aprire «un grande allevamento di maiali».

Fonte: «Il Fatto Quotidiano»

Le affermazioni risalgono all'ottobre del 2016, ma circolano ancora in rete, e non credo che l'istigazione all'odio razziale abbia una data di scadenza.

Di fronte a tanta barbarie, come essere umano e come cittadino, chiedo la rimozione di Joe Formaggio dalla sua carica di primo cittadino per aver incitato all'odio razziale e violato la Costituzione italiana, a partire dall'Articolo 3 che attribuisce a tutti i cittadini «pari dignità sociale» e li definisce «eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali».

La presenza in Italia dei cittadini stranieri e, in particolare, dei rifugiati è naturalmente regolamentata dalle leggi dello Stato: «La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali. Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge» (Articolo 10 della Costituzione italiana).

In Italia, infine, «tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge» (Art. 8 Cost. It.).

Chiedo al Presidente della Repubblica, al Ministro dell'Interno e al Prefetto di Vicenza di attivarsi per rimuovere il prima possibile il sindaco di Albettone dal suo incarico, e a tutte le persone interessate a ripudiare l'odio razziale di adoperarsi per diffondere questa petizione.



Oggi: Mario conta su di te

Mario Badino ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Presidente della Repubblica: Rimuovere subito il sindaco «orgogliosamente razzista»". Unisciti con Mario ed 886 sostenitori più oggi.