PETIZIONE CHIUSA

Nell’ordinamento italiano, l’apologia del fascismo è un reato previsto dalla Costituzione

Questa petizione aveva 383 sostenitori


“Nell’ordinamento italiano, l’apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge 20 giugno 1952, n. 645 (contenente “Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) della Costituzione“), anche detta “Legge Scelba”. La legge 20 giugno 1952 n. 645 (cosiddetta legge Scelba) in materia di apologia del fascismo, sanziona chiunque faccia per la costituisca un’associazione, un movimento o un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, e chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.

Ma allora dove è il problema? Perché ad oggi in italia assistiamo a veri e propri raduni fascisti dove non solo si ostentano immagini del Duce ma si fa chiaro riferimento alle pratiche sanzionate dalla legge 645 del 20 giugno del 52’?

In Italia abbiamo una legge, la 645 del 20 giugno 1952, chiamata “legge Scelba” che definisce il reato diApologia del Fascismo. Questa legge però ha creato cono d’ombra giuridico nel quale dopo ben 63 ANNI non si´e ancora riusciti a fare luce. La legge è anticostituzionale o non è anticostituzionale?

Ad oggi, in pratica, nessuno è punibile, o quantomeno nessun giudice potrebbe affermare, a rigor di legge, che ci si trova di fronte ad Apologia del Fascismo, visto e considerato che qualsiasi avvocato della difesa potrebbe appellarsi all’incostituzionalità della legge Scelba, bloccando di fatto il procedimento penale.

Ma allora  perché nessuno ha preso provvedimenti in 63 ANNI?!!! 



Oggi: Mirko conta su di te

Mirko Lo Coco ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Presidente della repubblica : Nell’ordinamento italiano, l’apologia del fascismo è un reato previsto dalla Costituzione". Unisciti con Mirko ed 382 sostenitori più oggi.