L'italia chieda alla Russia di liberare i marinai ucraini ingiustamente imprigionati

L'italia chieda alla Russia di liberare i marinai ucraini ingiustamente imprigionati

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Worldwide Movement Patriots of Ukraine ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

La comunità ucraina in Italia in relazione alla violazione dalla Russia del diritto internazionale e al mancato rispetto della decisione del Tribunale marittimo delle Nazioni Unite dal 25 maggio 2019 che prevvede rilascio di 24 marinai ucraini detenuti, chiede al governo italiano di aumentare la pressione sulla Russia e di costringerla a liberare immediatamente le navi catturate dell'Ucraina e dei suoi marinai.
Il 25 novembre 2018, le guardie di frontiera russe vicino all'annessa isola di Crimea hanno sparato e catturato tre navi della Marina Militare ucraina: Berdyansk, Nikopol e il rimorchiatore Yana Kapu che seguivano da Odessa a Mariupol. 24 ucraini furono catturati, tre di loro furono feriti.
Il tribunale controllato dalla Russia nella Crimea ha arrestato tutti i detenuti militari ucraini con l'accusa di aver presumibilmente attraversato il confine illegalmente.
Il 24 gennaio 2019, l'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa ha adottato una risoluzione che impone ufficialmente alla Russia di trattare i marinai ucraini catturati nello stretto di Kerch, in conformità con la Convenzione di Ginevra sui prigionieri di guerra.
L'Ucraina ha fatto appello al Tribunale internazionale per il diritto marittimo per obbligare la Russia a liberare le navi catturate e restituire 24 marinai prigionieri.
Il 25 maggio, il Tribunale marittimo internazionale ha ordinato alla Russia di rilasciare immediatamente tre navi da guerra ucraine e 24 marinai ucraini catturati. Entrambe le parti erano tenute a presentare una relazione sull'attuazione della decisione al Tribunale entro il 25 giugno 2019, tuttavia la Russia ha ignorato la decisione.
A causa della mancata attuazione della suddetta decisione, La comunità ucraina in Italia chiede al governo italiano di aumentare la pressione sulla Russia, in particolare, vietare d'entare alle navi russe nei porti italiani fino al rilascio delle navi e dei marinai ucraini.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!