FERMIAMO L'ECOX A TERMINI IMERESE

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Da circa 4 mesi, con l'apertura dell'impianto di compostaggio della Ditta Ecox presso l'agglomerato industriale di Termini Imerese (Pa), la situazione per i numerosi abitanti delle zone limitrofe nonchè delle numerose persone di passaggio nella zona (adiacente all'autostrada Pa/Ct/Me , a pochi metri dal nuovo Centro Commerciale Himera e numerose altre attività commerciali) è diventata insostenibile. Chi abita nella zona lamenta di dovere tenere tutto il giorno le finestre chiuse oltre che ad avere continui coniati di vomito e giramenti di testa a causa del fetore nauseabondo proveniente dalla suddetta Ditta; chi passa con le auto è costretto ad alzare rapidamente i finestrini e bloccare il ricircolo dell'aria dall'esterno; il mare adiacente a questo impianto è praticamente morto con i pescatori locali che si rifiutano anche e solo di passarci vicino. Chiediamo fermamente l'intervento di tutte le Autorità preposte, dei Mass Media Nazionali, delle trasmissioni che si occupano di questo genere di problematiche di intervenire e di controllare se tutto quello che sta succedendo in questa zona sia a norma di legge e non stia pregiudicando la SALUTE della gente e  non stia causando DANNI IRREVERSIBILI al nostro mare, alla nostra terra.
Alleghiamo alla presente estratto della video inchiesta FIUMI DI PERCOLATO realizzata dai Giornalisti Mario Catalano e Vincenzo Pizzuto.

Contiamo da cittadini in un rapido interessamento , fiduciosi nell'operato delle Autorità