Riapriamo Parrucchieri e Centri Estetici

Riapriamo Parrucchieri e Centri Estetici

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Carlo Ventola ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidente della REGIONE PUGLIA dott. Michele Emiliano

 

Illustre dr. Michele Emiliano, Governatore della Regione Puglia,

chi le scrive è una nutrita rappresentanza della categoria dei Parrucchieri della Regione Puglia.

Noi siamo consapevoli dell’emergenza epidemiologica che ha colpito il nostro Paese e, dunque, della necessità, per tutelare la salute di tutti, di  affrontare un periodo di grandi sacrifici, di restrizioni e di inevitabili difficoltà economiche per la totale chiusura delle attività.

E, quindi, abbiamo vissuto i due mesi (marzo e aprile) del lockdown, con senso civico e massimo rispetto dei provvedimenti governativi e regionali, tenendo chiuse le nostre attività e rimanendo a casa, nell’attesa fiduciosa di una ripresa.

Le nostre speranze ed aspettative erano di riaprire le attività, con l’adozione di tutte le necessarie misure precauzionali e di sicurezza per la salute pubblica, a partire dal 4 maggio, cioè con l’inizio della c.d. fase due.

 Tuttavia, il Governo ha deciso di procrastinare l’apertura dei parrucchieri al 1° giugno.

Rispettiamo anche questa decisione,perché sappiamo che il nostro Governo agisce nell’interesse collettivo e per il bene di tutti e siamo disposti ad attendere ancora un po’, ma ci sembra eccessivo chiederci di aspettare fino al 1 giugno.

La situazione emergenziale nella Regione Puglia è, infatti, sotto controllo e in questi giorni si sta registrando una sensibile riduzione del contagio.

Di conto c’è molta preoccupazione in noi per la salute, pubblica, in quanto tanti  clienti vogliono essere  serviti nelle loro case.
Gli abusivi si moltiplicano e le precauzioni in casa non esistono ed è impossibile poter controllare. 

Mentre gli abusivi aggravano il tutto con il loro comportamento diventa emergenziale la situazione di crisi in cui versiamo noi parrucchieri.

Infatti, le attività chiuse da due mesi e le spese sostenute in questi giorni per approntare tutte le misure anti-covid in occasione della riapertura, ci stanno conducendo al collasso economico con il rischio che, quando finalmente tutto  questo sarà finito, non saremo più nelle condizioni di riaprire le nostre attività e ci troveremo senza lavoro, lasciando a casa anche tutte le persone che lavorano con noi.

Si sentono tante cose su come e quali misure dovremo adottare per riaprire, ma una direttiva seria e siglata dal Governo non esiste, esiste solo un aumento smisurato dei prezzi.

Il Governo, consapevole della diversità delle situazioni di contagio tra le varie Regioni, ha annunciato che, dal 18 maggio,queste saranno libere di adottare provvedimenti di maggior apertura rispetto a quelli governativi sulla base dell’andamento della curva epidemiologica nei loro territori.

Pertanto, le CHIEDIAMO, considerato il sensibile calo dei contagi nella Regione Puglia, di adottare un provvedimento che ci autorizzi all’apertura delle nostre attività a partire dal 18 maggio.

A tal fine, ci siamo permessi di redigere una proposta sulle modalità da attuare per la riapertura e cioè:

(1) Dimezzamento della capacità di lavoro, per permettere ampi spazi alla clientela;
(2) Turnazione dei collaboratori per offrire un orario più ampio di lavoro; 
(3) Appuntamenti obbligatori; 
(4) Obbligo di utilizzo delle mascherine per i clienti; 
(5) Obbligo per gli operatori di indossare mascherina e visiere;
(6) Gel igienizzanti all’ingresso; 
(7) Sanificazione delle postazioni prima e dopo ogni servizio (lavaggi, poltrone, mensole);
(8) Kit monouso o sanificati (pettini, forbici, mantelline, spazzole, guanti, pinze, bigodini ecc);
(9) Eliminazione di riviste o qualsiasi altri oggetti presenti in salone che potrebbero passare di mano in mano. 
Resta fermo che siamo pronti ad adottare qualsiasi altro tipo di cautela o modalità che la Regione ritenesse necessaria per una riapertura delle attività in totale sicurezza.

°°°°°°°°°°°°°

Certi di un giusto riscontro alla nostra richiesta, la ringraziamo si da ora per l’attenzione e per tutto quello che farà per aiutare la nostra categoria.

Con osservanza.

I Parrucchieri della Regione Puglia

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!