No scorie nucleari in Piemonte e in Italia!

No scorie nucleari in Piemonte e in Italia!

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
Rosamaria Pacileo ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidente della regione Piemonte Cirio

Egregio Presidente,

Le scriviamo in sostegno alla sua risposta negativa in merito alla decisione da parte di Roma di collocare nella nostra regione (e in Italia in generale) scorie nucleari, notizia OCCULTATA in questo periodo di pandemia. 
Siamo due ragazze di 23 e 25 anni e rappresentiamo i giovani che si sentono privati del loro futuro e delle possibilità di realizzarlo. 
Il problema del nucleare non è solo una questione di ambiente (che bisogna tutelare e proteggere, a difesa degli animali, degli agricoltori e dell’artigianato) ma anche una questione di salute: la storia ci dovrebbe aver insegnato molto dai disastri di Chernobyl e Fukushima. Chiediamo che questa petizione venga firmata e che i 900 milioni che l’Italia ha deciso di investire in questo devastante progetto vengano, invece, investiti nella ricerca scientifica, nell’istruzione e nella tutela del patrimonio ambientale e non. 
La ringraziamo per l’attenzione. 
Cordialmente, 

Due studentesse.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!