Mensa del Senato: una vergogna!

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


  •  E' un'autentica vergogna, che chiediamo venga urgentemente cancellata. In una società che vede troppa gente nell'impossibilità di acquistare  il  "pane quotidiano", lo scontrino di un pasto alla mensa del Senato della Repubblica grida vendetta: che  gli onorevoli senatori, i cui compensi sono ricchissimi e che godono di favori anche per i viaggi in aereo o in 'freccia rossa', per i loro pasti in quella mensa pagano, senza pudore, costi irrisori, decisamente vergognosi (una tagliata di manzo, per esempio, costa 3,41 euro; e lo scontrino che vediamo è pieno di altre autentiche offese ai cittadini in difficoltà economiche). E' indispensabile e urgente, on. Grasso, porre rimedio a una situazione che altro non fa che allontanare sempre di più il popolo dai politici! Tanto più che sono molti, troppi, i senatori assenti dalle sedute: perché ad esempio, non proporzionare i loro stipendi alle effettive presenze, modificando lo stipendio in una sorta di "gettoni di presenza" (oltre che portando i prezzi della mensa a livelli almeno un po' dignitosi)?


Oggi: Antonio conta su di te

Antonio Corsi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Presidente del Senato: Mensa del Senato: una vergogna!". Unisciti con Antonio ed 7 sostenitori più oggi.