PETIZIONE CHIUSA

Diritti negati per i medici di Continuità Assistenziali del servizio di Emergenza 118

Questa petizione aveva 38 sostenitori


Non mi sembra giusto che un medico di C.A. o del servizio 118 che ha impegnato buona parte della sua vita per studi e formazione, che si assume tante responsabilità per la natura stessa dell'incarico, debba vedersi negati tutti i diritti di un rapporto di dipendenza solo perché il proprio datore di lavoro che nel caso specifico è un Ente Pubblico(Asl) risparmia, a scapito dei diritti di un lavoratore di alto profilo professionale come il medico, con contratto di Convenzione che non prevede Tredicesima mensilità, TFR soprattutto diritto all'indennità di malattia acuta e cronica, in poche parole se il medico si ammala di influenza è costretto a chiamare il medico Reperibile perdendo i turni ceduti e quindi l'indennità economica. Se poi il medico per disgrazia becca un tumore e muore, non solo cade in disgrazia lui medesimo ma anche la sua famiglia, dato che non viene riconosciuto nessun Sussidio di Sostentamento. Non vi pare ingiusto e vergognoso tutto questo? Dr Rosario Manco.



Oggi: Rosario conta su di te

Rosario Manco ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Presidente del Consiglio, Ministro della salute, Presidenti Delle Regioni, Assessori alla Sanità : Diritti negati per i medici di Continuità Assistenziali del servizio di Emergenza 118". Unisciti con Rosario ed 37 sostenitori più oggi.