Orti aperti al tempo del coronavirus

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


A seguito della recente epidemia di Coronavirus giustamente il nostro governo ha emanato dei decreti legge atti a limitare la diffusione del virus che impattano sulla nostra vita e limitano la nostra libertà di movimento.

Chiediamo che venga data la possibilità a tutte le persone che lo fanno per hobby o per autosostentamento, a chi possiede o ha in affitto della terra od un orto, di poter prendersi cura della stessa, per poter potare gli alberi e curare ed impiantare un orto per la stagione a venire, chiediamo inoltre di poter acquistare semi, piantine, concime e tutto l'occorrente per i nostri orti, perché in questo momento neanche chi ha un orto accanto a casa può rifornirsi nei negozi specializzati.

La nostra richiesta non riguarda purtroppo gli orti sociali dove la socialità degli stessi potrebbe essere occasione di contagio, ma riguarda quegli orti personali dove non ci può essere occasione di contagio.

Riteniamo che in questo momento di quarantena il nostro benessere psico-fisico, come per chi esce per stare all'aperto, passi dalla possibilità di stare all'aperto in sicurezza nei nostri campi od orti.

Coltivare l'orto di casa è una pratica antica e per molte famiglie mezzo reale di sostentamento, inoltre riteniamo sia un modo per non affollare ulteriormente negozi e supermercati proprio in osservanza dei decreti legge vigenti.