Le scuole paritarie che accedono ai fondi statali devono adeguarsi agli standard nazionali

Le scuole paritarie che accedono ai fondi statali devono adeguarsi agli standard nazionali

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Libertà alla Conoscenza ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidente del Coonsiglio e a

A quanto pare c’è accordo tra le forze parlamentari per destinare più fondi alle scuole paritarie ed è stato dato il via libera a fondi fino a 300 milioni di euro per le scuole paritarie. 150 milioni di euro per le scuole primarie e secondarie paritarie. In particolare, 100 milioni per gli istituti con alunni fino a sei anni e 50 milioni per le rette delle secondarie.

Si vuole far notare che questa scelta è anticostituzionale perché viola con prepotenza l'articolo 33 della Costituzione Italiana "Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato."

Vista l'emergenza Covid sta stroncando molte attività;

Visto che le scuole paritarie sono datrici di lavoro a una grande fetta di popolazione;

Visto che si ritiene necessario questo tipo di sostegno al punto di violare la Costituzione al punto da far diventare le scuole paritarie un "onere" per lo Stato Italiano;

chiediamo

da Cittadini le seguenti garanzie dalle scuole paritarie che vogliono avvalersi dei suddetti fondi:

1. Devono assumere con le stesse regole della scuola pubblica.

2. Devono uniformare gli stipendi dei docenti che già ci lavorano al contratto nazionale.

3. Devono garantire il rispetto degli orari di lavoro dei dipendenti.

4. Devono spartire le rendite attive con lo stato in misura da definire ma non meno del 15% e almeno del 35% per le strutture che non pagano IMU.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!