Il presidente del consiglio vigente, chieda scusa per le sue dichiarazioni agli psicologi

Il presidente del consiglio vigente, chieda scusa per le sue dichiarazioni agli psicologi

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
sara salvemini ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidente del consiglio, Governo Italiano e a

Il Presidente del consiglio Mario Draghi ha rivolto recentemente delle accuse ai professionisti psicologi. Dopo che il Governo stesso ha deciso che tra le priorità vaccinali dovessero rientrare tutte le professioni sanitarie, quindi anche gli psicologi, trasformando tutto questo nell'ultimo decreto, in un obbligo esteso a tutti gli iscritti agli ordini sanitari (per cui anche agli psicologi) affinché i professionisti fossero in grado di difendere i loro pazienti (tra i quali spesso figurano categorie fragili, bambini, pazienti oncologi, anziani ecc...), il Presidente Draghi ha recentemente dichiarato quanto segue " smettetela di vaccinare i giovani ragazzi di 35 anni psicologi perché sono operatori sanitari, queste platee di operatori sanitari che si allargano in questo modo... ma con che coscienza uno che non è compreso nelle prenotazioni salta la lista?"  Ma con quale coscienza Lei Presidente, decide di fare una affermazione del genere? Con quale coscienza getta fango sulla categoria dopo che il Governo stesso ha dato il via a tale categoria di vaccinarsi? Con quale coscienza afferma che allarghiamo le platee degli operatori sanitari dopo le lotte che abbiamo combattuto per essere riconosciuti come professione sanitaria visto l'immenso lavoro che svolgiamo a tutela della salute mentale? L'OMS ha definito,  nel 1948, la salute come: " uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale e non semplicemente “assenza di malattie o infermità ".

Il Presidente rivolga le sue scuse, facendo ciò che è giusto, ad una categoria che lotta costantemente per essere riconosciuta, che promuove e tutela la salute mentale, che spesso si presta gratuitamente al servizio di chi ne ha bisogno, ad una categoria che in questo momento difficilissimo di pandemia ha dimostrato la sua importanza e la sua utilità. 

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!