No al corteo di CasaPound a Trieste in quanto movimento dichiaratamente neofascista

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Al Presidente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite - 760 United Nations Plaza, New York, NY 10017, USA.

Per conoscenza  al Commissario di Governo dott.ssa Annamaria Porzio - Trieste

----------------------------------

Dopo 80 anni dalle leggi razziali, CasaPound decide di marciare su Trieste

Firma questa petizione per vietare l’autorizzazione del corteo di CasaPound in quanto movimento dichiaratamente neofascista!

 In un suolo martoriato, quello triestino, viene sistematicamente instillato l’odio tra le popolazioni che prima del ventennio fascista convivevano pacificamente, in una società multietnica e multiculturale all’avanguardia. Noi non possiamo permettere che dei gruppi facinorosi di estrema destra arrivino a Trieste a dissotterrare l’ascia di guerra, dopo notevoli sforzi fatti negli ultimi decenni per riappacificare gli animi. Con un dubbio intento, di festeggiare la vittoria sull’Impero Asburgico alla fine della prima Guerra Mondiale, gli esponenti delle “tartarughe frecciate” intendono riaccendere gli antichi focolai, ormai anacronistici, a favore di un nazionalismo esasperato che non deve trovar accoglimento in un Territorio multietnico ed Internazionale. La nostra azione intende portare all’opinione pubblica la strategia degli estremisti, che di fatto hanno ricostituito illegalmente il partito fascista (del terzo millennio, come lo definiscono loro).

Chiediamo pertanto al Presidente in carica del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di esercitare le sue funzioni previste dalla 16ma Risoluzione del 10 Gennaio 1947. https://undocs.org/S/RES/16(1947)  e più precisamente la norma riportata all’ articolo 21 del Trattato di Pace del 10 Febbraio 1947 che cosi’ recita:

 1. È costituito in forza del presente Trattato il Territorio Libero di Trieste, consistente dell’area che giace fra il mare Adriatico ed i confini definiti negli articoli 4 e 22 del presente Trattato. Il Territorio Libero di Trieste è riconosciuto dalle Potenze Alleate ed Associate e dall’Italia, le quali convengono, che la sua integrità e indipendenza saranno assicurate dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

 Per quanto sopra esposto chiediamo che il Presidente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu intervenga vietando tale manifestazione nel Free Territory of Trieste.

 



Oggi: Assembly Project conta su di te

Assembly Project ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Presidente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite: No al corteo di CasaPound a Trieste in quanto movimento dichiaratamente neofascista". Unisciti con Assembly Project ed 286 sostenitori più oggi.