PETIZIONE CHIUSA

Una legge per sostenere e rafforzare le Università popolari e della terza età.

Questa petizione aveva 82 sostenitori


Da 30 anni mi occupo di educazione degli adulti avendo fondato l'Upter, l'Università popolare di Roma e l'Unieda (Unione Italiana di Educazione degli Adulti). In questi anni solo a Roma oltre 400.000 persone hanno frequentato i nostri corsi per elevare la propria cultura, per apprendere cose nuove, incontrare nuove opportunità e persone. Un lavoro che ha coinvolto migliaia di docenti, che hanno compreso quanto è diverso insegnare a persone motivate, che non frequentano per conseguire un pezzo di carta bensì per innalzare il proprio livello culturale e imparare veramente: una lingua straniera, la lingua italiana se stranieri, la storia dell'arte, come si fa una scultura, un disegno ad acquerello, a fare l'attore in un laboratorio teatrale, ecc. Tutto questo non è riconosciuto dallo Stato e, anzi viene quasi ritenuto superfluo, un optional di cui essere fieri ma che non merita sostegno!

Alcune Regioni hanno varato delle Leggi di sostegno, erogando anche dei piccoli contributi, che con il passare degli anni sono andati però scemando quando non addirittura soppressi. Ora nel 2017 con oltre 1000 realtà che operano in tutto il territorio nazionale, con migliaia di docenti volontari e precari e oltre 1 milione di persone che le frequentano, le Università Popolari e della Terza Età rappresentano il baluardo contro la solitudine e l'analfabetismo di ritorno. Eppure lo Stato non se ne interessa, ritenendo che l'educazione degli adulti, ovvero l'apprendimento non formale, non rilasciando titoli di studio non serve a niente. Invece se non ci fossero queste realtà, questi corpi intermedi, tantissime persone non avrebbero la possibilità di riscattarsi, di stare insieme. Diciamo anche che in tanti casi queste Università riducono il consumo di farmaci e si prevengono le malattie. Fatti documentati da tantissime ricerche ma lo Stato continua a far finta di non vedere, al pari delle Regioni e dei Comuni. 

Ritengo invece che occorre cambiare prospettiva e dare riconoscimento alla funzione di queste istituzioni, che svolgendo un vero servizio pubblico e per il pubblico, essendo diventate in molti casi vere e proprie imprese sociali, hanno la necessità di essere sostenute e incoraggiate. In concreto occorre istituire un fondo nazionale di finanziamento finalizzato alla stabilizzazione dei lavoratori che vi prestano le loro attività e a sostenere le spese di funzionamento. Aiutateci in questa battaglia di civiltà, non volgetevi dall'altra parte facendo finta che non si tratti di una priorità. Nel 2017 la cultura è il nostro futuro e dobbiamo imparare a sostenerla concretamente.



Oggi: Francesco conta su di te

Francesco Florenzano ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Presidente del Consiglio dei Ministri: Una legge per sostenere e rafforzare le Università popolari e della terza età.". Unisciti con Francesco ed 81 sostenitori più oggi.