Petition Closed

Per dimostrare la laicità e l'indipendenza dello Stato italiano rispetto al Vaticano. Per eliminare le prostitute dalle nostre strade. Per garantire tutela sanitaria e legale sia alle donne che esercitano il meretricio sia dei loro clienti

Letter to
Dipartimento per la famiglia Presidente del Consiglio dei Ministri
L'indegno spettacolo che la prostituzione celebra ogni giorno nelle nostre strade, esercitando certamente una cattiva influenza sui giovani e scandalo nei bambini, potrebbe essere facilmente evitato se lo Stato riconoscesse la prostituzione come una qualunque attività commerciale, con tutti i diritti ed i doveri connessi. ( Previdenza, tutela della salute e pagamento delle tasse ).Si calcola, infatti, che il fatturato di tale attività sia al momento miliardario e non conosca crisi economica. Riconoscere come lecita questa attività, regolandone le modalità di esercizio, oltre che un passo verso una migliore tutela della morale, della sicurezza delle donne che la esercitano e della salute sia loro che dei clienti, costituirebbe un forte introito per le casse dello Stato.
Un provvedimento di tal genere, infine, dimostrerebbe che l'Italia è un paese laico e non una serva del Vaticano.