Reset UniCa: difendiamo il Diritto allo Studio dal Coronavirus

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


In questi giorni anche la compagine studentesca è chiamata a prendere coscienza che l'emergenza del coronavirus si può risolvere soltanto cambiando temporaneamente le nostre abitudini. La quarantena e l'isolamento sono misure dure, ma quanto mai necessarie per salvaguardare la salute nostra e delle fasce più deboli della società. 

La sospensione delle lezioni frontali e degli esami di profitto in presenza è una delle misure atte a bloccare la diffusione del virus, ma sta creando disagi importanti agli studenti e alle studentesse che dovranno fare domanda per il mantenimento della borsa di studio e che avranno difficoltà a pagare le tasse, o che avevano pianificato di laurearsi nelle prossime settimane e per via dei decreti risulteranno invece fuoricorso.

Reset UniCa propone delle soluzioni alternative per difendere il più possibile il Diritto allo Studio dalla crisi sanitaria che stiamo affrontando, rivolgendosi a questo scopo al Magnifico Rettore Maria Del Zompo dell'Università di Cagliari, all'ERSU (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) di Cagliari, al Presidente della Regione Christian Solinas e al Ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi:

• Chiediamo che sia possibile - come già abbiamo richiesto nei giorni passati - sostenere gli esami per via telematica come già avviene in altri Atenei d'Italia;

• Chiediamo che chi non potrà laurearsi nelle prossime settimane non rientri tra gli studenti e le studentesse fuoricorso oppure che possa discutere la tesi in streaming;

• Chiediamo che i criteri per l'erogazione della borsa di studio dell'anno prossimo prevedano soglie di merito più basse, in virtù delle difficoltà attuali a sostenere gli esami;

• Chiediamo che una parte dei 25 miliardi stanziati per la crisi sanitaria venga utilizzata per l'esenzione totale o parziale delle tasse universitarie per tutti e per tutte, anche in virtù delle difficoltà delle famiglie di aprire le loro attività commerciali.

Noi vogliamo fare rappresentanza non soltanto PER gli studenti, ma CON gli studenti. Rimaniamo uniti e unite: siamo il presente e il futuro della Sardegna e dell'Italia. Insieme potremo garantire per davvero che nessuno venga lasciato indietro.

#ResetUniCa
SEGUICI SUL CANALE TELEGRAM --> bit.ly/ResetUniCaTG