AIUTIAMO IL JAZZLAB ALESSANDRINO a rimanere nel quartiere ALESSANDRINO!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Evitiamo la desertificazione culturale delle periferie!

L'associazione culturale ALESSANDRINO JAZZ LAB ha richiesto il rinnovo della concessione del locale (45mq poco più) in cui opera oramai da diversi anni, svolgendo il ruolo di laboratorio di musica di insieme nel quartiere periferico dell Alessandrino a Roma ma anche di sala prove gratuita per tutti i ragazzi che si avvicinano alla musica improvvisata.
In questi anni il Jazzlab è divenuto un punto di riferimento e un interlocutore per progetti musicali ma soprattutto un presidio culturale organizzando periodicamente eventi live in locali e librerie del quartiere (ad ingresso gratuito).
L’ associazione ha sempre rispettato tutte le condizioni della convenzione che aveva stipulato con il MUNICIPIO V (ex VII) proponendo progetti didattici alla scuola Fedro nella quale la saletta è situata e mettendo a disposizione della stessa strumenti musicali , l’uso degli spazi e proponendosi come collaboratore e consulente per la didattica. Oggi il nuovo preside, subentrato lo scorso anno, sembrerebbe non favorevole alla presenza dell’associazione e richiede il locale (poco più di 45mq) rinnovato e ristrutturato dagli associati del JAZZLABALESSANDRINO. L’associazione ha sempre mantenuto un rapporto trasparente e documentato delle proprie attività con le istituzioni e con il municipio. In particolare con tutti gli assessori alla scuola e alla cultura che si sono avvicendati in questi anni. E ha sempre goduto della fiducia e del sostegno di questi.E' importante sottolineare che il locale è sempre stato disponibile per gli alunni della scuola in quanto condizione prevista dalla convenzione e rispettata dall'associazione anche perché i musicisti del JAZZLAB ne usufruiscono solo dopo le 17.00. Un parere sfavorevole del preside allo scadere della convenzione (per quanto figura referente) potrebbe portare alla cancellazione di una storica associazione oggi divenuta importante punto di aggregazione socio-culturale per centinaia di amanti della musica del quartiere e più in generale della capitale. I cittadini firmatari del presente appello, chiedono al preside della scuola un tavolo di confronto dove discutere praticamente e con onestà intellettuale possibili soluzioni di collaborazione e convivenza nell'interesse dell’intero quartiere Alessandrino e della scuola stessa.Evitiamo la desertificazione culturale delle periferie!