PRELEX MEF ... UNA SCOMODA EREDITA’ DI 7 MILIONI

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


                                            PRELEX MEF
comma 685, art. 1, Legge di Bilancio 2018 (n. 205 del 27/12/2017)
UNA SCOMODA EREDITA’ DI 7 MILIONI 

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE:

1) PER FERMARE IL D.M. DI ATTUAZIONE DELLA NORMA PERCHE’ DISCRIMINATORIO, VIZIATO DA POSSIBILE “ECCESSO DI POTERE”, IN VIOLAZIONE DEI PRINCIPI “DEL BUON ANDAMENTO E DELL’IMPARZIALITA’ DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE E DEL “DIRITTO ALLA TUTELA DELLA SALUTE”, PROCLAMATI DALLA COSTITUZIONE, E NON CONFORME ALLE PREVISIONI DELLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA, ALLA QUALE E’ DEMANDATO, TRA L'ALTRO, IL COMPITO DI DETERMINARE IL TRATTAMENTO RETRIBUTIVO, FONDAMENTALE E ACCESSORIO, SPETTANTE AI LAVORATORI

2) PER CHIEDERE DI AVVIARE, SE NECESSARIO, IL CONTROLLO SULLA LEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE DELLA NORMA

3) PER CHIEDERE DI DESTINARE LE SOMME STANZIATE PER L’EQUIPARAZIONE DELLE INDENNITA’ DI TUTTO IL PERSONALE DEL MEF, CENTRALE E PERIFERICO, NEL RISPETTO - A PARITA DI INQUADRAMENTO PROFESSIONALE E DI MANSIONI SVOLTE - DEI PRINCIPI DI UGUAGLIANZA, DI PARITA’ DI TRATTAMENTO E NON DISCRIMINAZIONE

IN QUESTO MODO DARAI PIÙ FORZA ALLA NOSTRA AZIONE! 

IL NOSTRO OBIETTIVO È QUELLO DI TUTELARE IL LAVORO E LA PROFESSIONALITÀ DI TUTTI I DIPENDENTI DEL MEF, CENTRALI E PERIFERICI, DI PERSEGUIRE L’INTERESSE PUBBLICO E DI RIPRISTINARE LA LEGALITÀ.
                                                          ***
La Legge di Bilancio 2018 (n. 205 del 27/12/2017), con l’art. 1, comma 685, ha stanziato, a decorrere dal 1/1/2018 e anche per gli anni a seguire, 7 milioni di euro per compensare “l’esercizio delle funzioni istituzionali” (così testuale la norma), svolte da alcuni dipendenti “in ragione degli obblighi di reperibilità e disponibilità a orari disagevoli”. 

Tale importo, che in origine doveva essere utilizzato per l’equiparazione dell’indennità di amministrazione per tutti i dipendenti del MEF (cd. perequazione), è stato invece destinato, con un D.M. attuativo in corso di registrazione alla Corte dei conti, ad una minoranza di dipendenti (circa 1.500 unità su 9.500) che in tal modo, considerando le altre indennità che già percepiscono (compenso straordinario, indennità di turno, indennità di reperibilità) godranno anche di tale retribuzione accessoria elargita a fronte della stessa attività prestata.

Il COORDINAMENTO NAZIONALE UGL FUNZIONE PUBBLICA presso il MEF ha compiuto un’approfondita disamina della norma in questione che ha evidenziato come la stessa riproduca pedissequamente l’art. 14, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001, il quale è destinato a disciplinare esclusivamente la costituzione e il trattamento economico accessorio del personale che lavora presso gli Uffici di staff delle autorità politiche (uffici di diretta collaborazione del Ministro), al quale già spetta, senza aggravi di spesa, un “trattamento economico accessorio, da corrispondere mensilmente, a fronte delle responsabilità, degli obblighi di reperibilità e di disponibilità ad orari disagevoli … consistente in un unico emolumento … sostitutivo dei compensi per il lavoro straordinario, per la produttività collettiva e per la qualità della prestazione individuale”. 

Si è del parere, quindi, che quanto si sta attuando sia palesemente contrario alla disciplina di settore, che la norma stessa sia incostituzionale e che il D.M. di attuazione sia invalido.

Per questo, Il COORDINAMENTO NAZIONALE UGL FUNZIONE PUBBLICA presso il MEF - prospettando un “vizio di eccesso di potere” nonché una violazione dei principi “del buon andamento e dell’imparzialità” delle Amministrazioni pubbliche e del “diritto alla tutela della salute”, proclamati dalla Costituzione, e al fine di assicurare il più efficace perseguimento dell’interesse pubblico, ha chiesto:

- all’Amministrazione e alla nuova parte politica un ripensamento sulle scelte operate dal precedente Parlamento ed esecutivo che hanno lasciato una scomoda eredità al nuovo Ministro del MEF.

- alla Corte dei Conti di valutare attentamente - in fase di registrazione del D.M. - la destinazione di dette risorse e l’opportunità di utilizzarle per l’equiparazione delle indennità di tutto il personale del MEF.

Per gli interventi dell’UGL FUNZIONE PUBBLICA - Coordinamento MEF diretti all’Amministrazione, alla nuova parte politica e alla Corte dei conti vai sul sito www.uglfp.it/prelex

Per eventuali chiarimenti, approfondimenti e/o qualsivoglia domanda, fate riferimento al seguente indirizzo email: mef@uglfunzionepubblica.it o telefonicamente al Coordinatore Nazionale UGL FP del MEF: Michele Tedone - Cell. 3356585962.

Roma, 23 luglio 2018 


IL COORDINAMENTO NAZIONALE UGL FP
del Ministero dell’Economia e delle Finanze

PS: Si fa presente che il contributo richiesto all’atto della firma, meramente facoltativo, non è a favore della UGL FP, ma del gestore del sito www.change.org



Oggi: UGL conta su di te

UGL FUNZIONE PUBBLICA COORDINAMENTO MEF ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "PRELEX". Unisciti con UGL ed 532 sostenitori più oggi.