Portiamo Asia Bibi in Italia

0 hanno firmato. Arriviamo a 150.000.


Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella,
Al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte,
Al Ministro degli Affari Esteri Enzo Moavero Milanesi,
Ai Vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini,

Dopo 3.422 giorni di prigionia con una condanna a morte, Asia Bibi è stata prosciolta da ogni accusa di “blasfemia” dalla Corte Suprema del Pakistan. Ma dopo l'assoluzione, numerosi partiti e organizzazioni islamiste hanno scatenato il caos nel paese. Sono disposti a tutto pur di rovesciare la sentenza e mandare a morte la donna cristiana. L'avvocato di Asia Bibi ha già dovuto lasciare il paese e i magistrati che l'hanno prosciolta sono minacciati di morte. Numerosi politici, cristiani e musulmani, sono stati uccisi per averla difesa. Dopo l'assoluzione, il governo pakistano sembra aver fatto marcia indietro, cedendo alle pressioni dei fondamentalisti islamici e congelando la sua scarcerazione.

E' urgente che l'Italia, in nome della sua tradizione umanistica, le conceda subito la cittadinanza onoraria, come ha fatto la città di Parigi.
E' altresì urgente che l'Italia le conceda subito il diritto di asilo e fornisca ad Asia Bibi tutta la protezione politica e diplomatica di cui ha bisogno.

Ogni giorno trascorso in questo limbo è un rischio per la sua vita.
In carcere il mese scorso due detenuti hanno già cercato di ucciderla.
L'Italia non può restare in silenzio e inerme davanti alla sorte di Asia Bibi, simbolo della persecuzione di cui sono vittime i cristiani in tutto il mondo. Impedire che sia portata a compimento la condanna a morte per un reato inaccettabile e inesistente è un dovere di tutti, cristiani e non cristiani.



Oggi: Monica conta su di te

Monica Ricci Sargentini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Portiamo #AsiaBibi in Italia @GiuseppeConteIT @Quirinale @ItalyMFA". Unisciti con Monica ed 78.833 sostenitori più oggi.