Chiediamo che i soldi destinati ad Alfie Evans siano usati per salvare bambini in Siria

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Alfie Evans era un bambino di quasi due anni ricoverato all’Alder Hey Children’s Hospital di Liverpool perché affetto da una grave malattia neuro-degenerativa.

Dopo un anno e mezzo di cure i medici di Liverpool discutevano con i genitori  la necessita' di sospendere le cure piu' invasive, come la respirazione artificiale, per limitare le sue sofferenze. Essendo i genitori in disaccordo veniva richiesto l'intervento di un giudice super partes per stabilire quale fosse la cosa piu' giusta da fare per ridurre le sofferenze del bambino. I giudici stabilivano, in due distinti gradi di giudizio, che continuare con la ventilazione artificiale non fosse la migliore scelta per Alfie visto che soffriva di frequenti crisi epilettiche e danni cerebrali irreversibili.

Nonostante il parere dei giudici e dei medici inglesi, il Papa, l'ospedale "Bambin Gesu'" ed il governo italiano oltre a concedere ad Alfie la cittadinanza Italiana, si erano offerti di coprire interamente le costose cure avanzate ed il trasferimento aereo di cui avrebbe avuto bisogno per continuare cure palliative invasive.

Ora che Alfie non c'e' piu' chiediamo che quella cittadinanza, il denaro e i trasferimenti aerei non utilizzati vengano destinati ad almeno 6 bambini attualmente in Siria, vittime di guerra e mutilati. Sarebbe il modo migliore per ricordare Alfie e salvare dei bambini che sicuramente se trasferiti in Italia avranno un futuro. 

 



Oggi: Marco conta su di te

Marco Nardelli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Pontefice: Chiediamo che i soldi destinati ad Alfie Evans siano usati per salvare bambini in Siria". Unisciti con Marco ed 79 sostenitori più oggi.