Polignano libera dai tornelli

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


A Polignano a Mare, cittadina in provincia di Bari (Italia), è in corso una manifestazione natalizia con allestimento di luminarie e mercatini, la quale è concentrata prevalentemente nel centro storico della città.

L’evento è patrocinato dal Comune di Polignano, dalla Città metropolitana di Bari e dalla Regione Puglia, ma è gestito completamente da un soggetto privato, l’associazione GPuglia.

Tale associazione, dietro approvazione della giunta comunale, ha imposto la chiusura temporanea del centro storico, al quale i non residenti possono accedere solo a pagamento. I residenti, invece, sono esonerati dal pagamento, ma per accedere al centro storico sono tenuti a esibire una tessera creata appositamente per l’occasione.

La chiusura del centro storico è prevista, dalle ore 15:00 alle ore 22:00, per 39 giorni (di cui 31 consecutivi), e cioè dal 16 al 18 novembre, dal 23 al 25 novembre, l’1 e il 2 dicembre e dal 7 dicembre al 6 gennaio.

Per controllare l’accesso al luogo destinato alla manifestazione, l’organizzazione ha collocato un varco provvisto di tornelli contapersone in un ingresso del centro storico. Da tale varco è possibile accedere solo mediante tessera elettronica a pagamento per i non residenti, e gratuita per i residenti. Per impedire l’accesso da altri ingressi, l’organizzazione ha collocato delle reti nelle restanti vie di accesso al centro storico, lasciando un solo varco per l’uscita. Sia i tornelli che le reti sono presidiati dal personale di sicurezza ingaggiato direttamente dagli organizzatori.

La motivazione addotta dagli organizzatori e dal sindaco a sostegno di tali misure consiste nella necessità di controllare i flussi di visitatori al fine di salvaguardare la sicurezza pubblica, nel rispetto delle vigenti normative in materia.

Riteniamo che tale modalità di svolgimento di una manifestazione in un luogo pubblico e abitato (il centro storico, appunto) sia lesiva del diritto di ogni cittadino alla libera circolazione, sancito dall’articolo 16 della Costituzione italiana.

Riteniamo, inoltre, che la limitazione della libertà di circolazione imposta per un periodo così prolungato stia causando forti disagi allo svolgimento delle attività quotidiane sul territorio.

Riteniamo, infine, che i festeggiamenti natalizi, la vocazione turistica e/o motivazioni puramente commerciali non siano presupposti sufficienti a giustificare eventi che mettono a repentaglio la pubblica sicurezza, ancor più per un periodo di tempo così prolungato.

Tutto ciò premesso,

chiediamo

- al sindaco di Polignano a Mare, con effetto immediato, la rimozione dei tornelli e delle reti che limitano l'accesso al centro storico;

- agli altri enti patrocinatori (Città metropolitana di Bari e Regione Puglia), al Presidente della Repubblica italiana e ai competenti organi dell’Unione Europea di esprimersi e intervenire in merito a tale situazione, affinché queste modalità di organizzazione di eventi in spazi pubblici abitati non siano attuate in futuro, né a Polignano né altrove

 

for the english version please click here: https://www.facebook.com/notes/polignano-libera-dai-tornelli/free-polignano-from-turnstiles/509167056271258/

https://www.facebook.com/notes/polignano-libera-dai-tornelli/weg-mit-den-drehkreuzen-in-polignano/509702359551061/

https://www.facebook.com/notes/polignano-libera-dai-tornelli/liberemos-polignano-de-los-molinetes/510172139504083/

 



Oggi: Maurizio conta su di te

Maurizio Guerra ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Polignano libera dai tornelli". Unisciti con Maurizio ed 311 sostenitori più oggi.