Commissariamento immediato di Anas Spa

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Oltre 50 anni fa, nel territorio compreso tra le attuali province di Catanzaro e Vibo Valentia, in Calabria, venne lanciata l'idea di un collegamento viario diretto tra la costa jonica e quella tirrenica, attraverso la realizzazione di una superstrada moderna e sicura, al servizio delle popolose comunità dell'entroterra: la cosiddetta Trasversale delle Serre.
Nell'arco di mezzo secolo, solo una piccola parte di quello straordinario e futuristico progetto è stata realizzata e, nel frattempo, le aree interne in questione hanno subito una crisi economica durissima, appesantita dalla piaga drammatica dell'emigrazione.
Eppure, centinaia di milioni di euro sono stati spesi dall'Anas per avviare i cantieri, molti dei quali rimasti sospesi o abbandonati (vedi: Gagliato, Monte Cucco, lo svincolo di Vazzano,ecc.) a causa di contenziosi di varia natura, società fallite e, non ultimo, infiltrazioni della criminalità organizzata.
La Trasversale delle Serre è finita anche al centro di una durissima relazione dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac). «L'appalto - ha rilevato l'Anticorruzione - è stato caratterizzato da molteplici lacune di natura progettuale, di esecuzione e di gestione, ciascuna delle quali di per se non decisiva ma nell'insieme tali da determinare un abnorme incremento delle opere e la notevole protrazione del tempo contrattuale». Secondo l'Anac sono stati dunque «disattesi i principi di buona amministrazione di cui all'art.2, comma 2, del d.lgs. 163/2006 (già dell'art.2, l. 109/1994)».
La Trasversale delle Serre, ad oggi, è ancora incompiuta, i territori interni restano isolati e i danni causati all'economia locale e all'ambiente risultano incalcolabili.
Nell'ultimo anno, solo alcune brevi porzioni di superstrada sono state aperte al transito dei veicoli, dopo una forte mobilitazione popolare.
Attualmente, però, si registra l'ennesima, inaccettabile fase di stallo, nonostante le ripetute promesse che la direzione compartimentale dell'azienda ha più volte lanciato in tutte le sedi, forse nel vano tentativo di placare il malcontento dei cittadini.
Non si hanno più notizie dei lavori in corso di esecuzione né degli interventi in corso di progettazione.
Eppure, in data 6 febbraio 2017, deputati e senatori della Repubblica, consiglieri regionali, presidenti di Provincia, sindaci e amministratori comunali, proprio presso la sede Anas di Catanzaro, firmavano un documento unitario, indicando un impegno esplicito e ben preciso ai responsabili del procedimento: fornire subito tutte le risposte dovute e garantire un cronoprogramma condiviso dell'opera.
Sono passati otto mesi è nessuna risposta è mai arrivata! Con ciò l'Anas, azienda di Stato, è venuta meno ad un preciso obbligo di informazione e trasparenza, non solo nei confronti dei cittadini calabresi, ma soprattutto verso le autorevoli rappresentanze politiche presenti alla suddetta riunione.
Risultano, con ciò, manifeste le responsabilità di chi ha determinato conseguenze rovinose per il territorio calabrese, oltre a possibili sprechi di denaro pubblico, eventualmente da definire nella sedi preposte.
Tutto ciò premesso, i sottoscrittori della presente petizione chiedono alle SS. LL., ognuno per la parte di propria competenza, un intervento immediato, per fare completa e definitiva chiarezza sull'intera storia dell'appalto della Trasversale delle Serre.
Ai ministri dell'Economia e delle Infrastrutture si chiede di valutare la nomina di un commissario ad acta che sostituisca immediatamente nelle sue funzioni il management dell'azienda a tutela e garanzia dei cittadini, nonché dei principi di trasparenza e buona amministrazione.



Oggi: Comitato Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato conta su di te

Comitato Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Pietro Carlo Padoan: Commissariamento immediato di Anas Spa". Unisciti con Comitato Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato ed 201 sostenitori più oggi.