Salviamo l'anfiteatro di via Porlezza!

La demolizione di una opera di ingegno, dignitosa, omogenea al contesto storico costruito della città e al contempo funzionale al suo consolidato uso collettivo è un insulto all'intelligenza e alla conservazione della memoria storica. Alberelli e panchine, comunque destinati all'incuria, omologano e degradano l'ambito all' effimero "modaiolo".
"... la libertà non è stare sotto un albero ma è partecipazione..."

annamaria cavenaghi, milano, MI, Italy
9 months ago
Shared on Facebook
Tweet