PETIZIONE CHIUSA
Diretta a Piaggio SpA

Per la salvaguardia del patrimonio storico imprenditoriale del nostro Paese.Il caso Primo Moretti: petizione per l’istituzione della figura di Concessionario Onorario Moto Guzzi (english v. below)

1.649
sostenitori

Nel dicembre del 2013, il gruppo Piaggio, proprietario del famoso marchio storico Moto Guzzi, invia a molti concessionari e rivenditori autorizzati italiani una inequivocabile revoca della propria attività ufficiale di vendita. Questa comunicazione, effettuata senza alcun preavviso ed in modo alquanto insolito, è giunta anche ad alcuni concessionari storici che insieme ad altri si sono sempre distinti per professionalità e competenza e la cui attività è stata sempre elogiata addirittura da più generazioni di guzzisti.

Fra tutti, ha destato scalpore la lettera inviata all’ormai leggendaria concessionaria Moto Guzzi Primo Moretti di Macerata (www,primomoretti.it). Questa Ditta, attiva dal 1922, un anno dopo la fondazione della Moto Guzzi, è la concessionaria ancora in attività più antica al mondo; per 92 anni consecutivi e tre generazioni ha venduto con grande dedizione e riconosciuta competenza solo Moto Guzzi; la sua sede è tuttora la stessa dei primi anni venti e la sua pregevole vetrina è tutelata come patrimonio storico dalla Sovrintendenza dei beni architettonici della Regione Marche. Ebbene, questa inaspettata lettera senza alcuna motivazione contingente, revocava alla Primo Moretti lo status di concessionario ufficiale proponendo un nuovo rapporto commerciale per la semplice rivendita di accessori e ricambi.

Molte e svariate sono state le critiche su tutto il territorio nazionale e a qualsiasi livello anche istituzionale, soprattutto sulla supposta incapacità da parte della Dirigenza Piaggio di comprendere l’effettivo valore delle cose oltre il piano meramente economico e commerciale.

Per la sua lunga tradizione ormai centennale, Moto Guzzi rappresenta infatti un vero pezzo di storia e di eccellenza italiana. Questo marchio e con esso tutti coloro che per tanti anni ne hanno condiviso la strada, rappresenta di fatto una di quelle tante realtà italiane che da sempre il mondo intero ci invidia.

Pressoché immediata è stata la risposta del Gruppo Piaggio, che con encomiabile attenzione e parziale lungimiranza ha cercato di porre rimedio ripristinando per alcuni la situazione contrattuale preesistente. Tra questi anche la Ditta Primo Moretti alla quale viene però richiesta la rinuncia al titolo di concessionaria ufficiale Moto Guzzi declassandola di fatto a semplice “rivenditore autorizzato”e rinunciando perciò a sostenere un soggetto così rappresentativo e prezioso.

Negli Stati Uniti, Harley Davidson possiede alcuni concessionari storici molto importanti che, pur non raggiungendo tutte le peculiarità della Primo Moretti, ricevono costantemente ben altre cure e attenzioni proprio perché costituiscono quel valore aggiunto che ogni marchio commerciale desidererebbe.

Siamo sicuri che con altrettanta attenzione, forza e intelligenza anche nel nostro Paese si possa e si debba porre maggiore attenzione alla valorizzazione del patrimonio storico invece di assistere, così come avviene in tante altre realtà economiche, al continuo depauperamento della nostra tradizione industriale, artigianale e manifatturiera.

Per tutte queste ragioni, lanciamo questa petizione per chiedere alla Dirigenza Piaggio che si attivi affinché la Ditta Primo Moretti venga riconosciuta Concessionario Onorario Moto Guzzi senza alcun vincolo contrattuale così come si conviene con una tale carica onorifica. Un gesto non solo simbolico ma di grande spessore commerciale oltreché culturale, dato che sarebbe il primo e forse l’unico in questo ambito. Quando un concessionario arriva a tenere alto il vessillo della sua casa madre per così tanto tempo, diventa un valore assoluto da riconoscere e sostenere. Ecco perché chiediamo l'istituzione di questa onorificenza.

Poiché siamo convinti con Gustav Mahler che la "tradizione è la custodia di un fuoco, non l'adorazione delle ceneri" crediamo molto nell’adesione a questa petizione, consapevoli che qualsiasi sguardo rivolto al futuro non possa sostenersi se non con la preservazione e la valorizzazione di ciò che la Storia ci ha consegnato e che ci dona unicità assoluta.

Anima Guzzista si candida infine a celebrare tale decisione attraverso il dono di una targa da esporre nel concessionario storico. 


Anima Guzzista

www.animaguzzista.com

 

Preserving Italy’s historical and entrepreneurial heritage.

The case of the Primo Moretti Official Moto Guzzi Dealer in Macerata:

petition for the award of Honorary Moto Guzzi Dealer status

 

In December 2013, the Piaggio Group, which owns the famous historical brand Moto Guzzi, issued an unequivocal termination of their official trading arrangements to many official and authorized dealers in Italy. This notice was served without any prior warning and in a rather unusual way, and also involved some historical official dealers who had always provided excellent professionalism and dedication, earning the praise of multiple generations of Guzzi riders.

In particular, the termination notice served to the legendary official Guzzi Dealer Primo Moretti in Macerata (www.primomoretti.it) has caused a stir. This Store opened in 1922, one year after the foundation of Moto Guzzi, and it is the oldest official dealer still in business in the world; it has served exclusively Guzzi bikers with great dedication and utmost competence for 92 consecutive years and three generations; the store is still on the same premises where it opened in the early 1920’s and its impressive shop window is on the listed register of the historical and artistic heritage of the Marche Region in Italy. In spite of all this, the unexpected notice, which was sent without any specific reasons, withdrew Primo Moretti’s status as an official dealer, proposing a new business arrangement restricted to the sale of accessories and spare parts.

This decision has attracted many and varied criticisms from across Italy and several institutions, especially concerning the seeming inability of the Piaggio Management to understand the actual value of its well-established dealers beyond the mere economic and commercial interests.

Thanks to its distinguished century-old tradition, Moto Guzzi is a centrepiece of Italian history and excellence. During its long history, this brand has enjoyed huge support from many people who contributed to its success along the way, and it is one of the many Italian icons that are the envy of the world.

There was an almost immediate reaction from the Piaggio Group which, with praiseworthy care and some farsightedness, tried to remedy the situation by reverting to the previous contractual agreements with some dealers. The Primo Moretti Store was among them, but they were asked to give up their status as Moto Guzzi official dealer, demoting to a mere “authorized dealer”, refusing to support a well-established flagship dealer of its own commercial network, which has played a fundamental role throughout its long history.

Harley Davidson has some high-profile historical official dealers in the United States; although they do not have all the peculiar features that make Primo Moretti unique, they receive great care and consideration exactly because they offer much sought-after added value that any commercial brand would cherish.

We are convinced that the same level of care, energy and intelligence can and should be put into preserving and promoting the Italian historical heritage, instead of passively accepting the progressive impoverishment of its industrial, artisan and manufacturing tradition, which is already affecting many other business sectors.

For all these reasons, we support this petition asking the Piaggio Management to take all appropriate measures to recognize the Primo Moretti Store as an Honorary Moto Guzzi Dealer without any contractual obligations, as befits such honorary status. This would not only be a highly symbolic gesture, but it would also have great commercial value, since this would arguably be a unique case in the motorbike industry. An official dealer who has managed to hold high the banner of a bike maker for so long is a key asset that must be valued and supported. This is why we are asking for the award of this honorary status.

Gustav Mahler once said that “tradition is the handing down of the flame and not the worshipping of ashes”; we wholeheartedly support this petition, in the belief that the future can be built only by preserving and promoting the unique legacy that has been handed down to us by History.

Anima Guzzista finally wants to celebrate this decision with a plaque that will be donated
to the oldest Moto Guzzi Official Dealer in the world.

Anima Guzzista

www.animaguzzista.com

 

Questa petizione è stata notificata a:
  • Piaggio SpA


    Anima Guzzista ha lanciato questa petizione con solo una firma e ora ci sono 1.649 sostenitori. Lancia la tua petizione per creare il cambiamento che ti sta a cuore.




    Oggi: Alberto conta su di te

    Alberto Sala ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Piaggio SpA: Per la salvaguardia del patrimonio storico imprenditoriale del nostro Paese.Il caso Primo Moretti: petizione per l’istituzione della figura di Concessionario Onorario Moto Guzzi (english v. below)". Unisciti con Alberto ed 1.648 sostenitori più oggi.