Petitioning Sindaco di Pantelleria Salvatore Gino Gabriele

PETROLIO NEL CANALE DI SICILIA? NO GRAZIE! No alle trivelle, Sì al Parco di Pantelleria!

27,313
Supporters

La minaccia petrolifera incombe su una delle isole più belle della Sicilia e dell’intero Mediterraneo, paradiso dei subacquei e degli amanti del mare incontaminato.

Dove tutte le navi passano, dove tutti i pescatori pescano, lo Stato Italiano vorrebbe trasformare il tragitto, da libero qual è, ad una corsa ad ostacoli.

Firma per dire no alle trivellazioni nel canale di Sicilia e per esortare il sindaco di Pantelleria a chiedere di fare il Parco.

Tutti i Paesi hanno il diritto allo sviluppo economico, Italia compresa, ma è necessario che tutti oggi investano in energie pulite e rinnovabili per limitare il cambiamento climatico e per ridurre i rischi per la biodiversità del Mediterraneo e quell’insieme unico di specie animali e vegetali, che caratterizza aree di gran pregio come il Canale di Sicilia.

Pantelleria e i suoi fondali devono continuare a essere patrimonio di tutti, attraverso forme di tutela, come l’istituzione del Parco, che ne esaltino la bellezza e ne promuovano forme di turismo sostenibile.
Pantelleria invece è l’unica isola del Canale di Sicilia che non è ancora protetta.

L’Italia deve investire in energia rinnovabile e in efficienza energetica, in natura e bellezza, non puntare sui combustibili fossili.

Vogliamo un futuro in cui gli esseri umani possano vivere in armonia con la Natura. Vogliamo un mare che non sia costellato da piattaforme per l’estrazione degli idrocarburi.

Segui e diffondi la campagna SICILIA.IL PETROLIO MI STA STRETTO  e aiuta il WWF a fermare l’avanzata delle trivelle! 

Firma la petizione e condividi con i tuoi contatti. La difesa del tuo territorio dipende anche da te.

Maggiori informazioni:

http://www.wwf.it/ilpetroliomistastretto

http://www.wwf.it/mediterraneo

 

Letter to
Sindaco di Pantelleria Salvatore Gino Gabriele
PETROLIO NEL CANALE DI SICILIA? NO GRAZIE!
Tutti i Paesi hanno il diritto allo sviluppo economico, Italia compresa, ma è necessario che tutti oggi investano in energie pulite e rinnovabili per limitare il cambiamento climatico e per ridurre i rischi per la biodiversità del Mediterraneo; quell’insieme unico di specie animali e vegetali, che caratterizza aree di gran pregio come il Canale di Sicilia. Pantelleria e i suoi fondali devono continuare a essere patrimonio di tutti, attraverso forme di tutela – il Parco - che ne esaltino la bellezza e ne promuovano forme di turismo sostenibile.
Pantelleria invece è l’unica isola del Canale di Sicilia che non è ancora protetta.

L’Italia deve investire in energia rinnovabile e in efficienza energetica, in natura e bellezza, non puntare sui combustibili fossili. Per questo non bisogna concedere alle compagnie petrolifere di ricercare con metodi dannosi ed invasivi i giacimenti petroliferi sottomarini, nonché di estrarre petrolio in prossimità di gioielli unici al mondo come l’Isola di Pantelleria, o la stessa Sicilia.
Vogliamo un futuro in cui gli esseri umani possano vivere in armonia con la Natura.
Vogliamo un mare che non sia costellato da piattaforme per l’estrazione degli idrocarburi.
Pertanto, La esortiamo ad agire prontamente affinchè l’avanzata delle trivelle venga fermata e il Parco di Pantelleria venga creato.