No alla chiusura anticipata della Funicolare Centrale di Napoli

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


AL Sindaco del Comune di Napoli

All'assessorato alle infrastrutture e al trasporto del Comune di Napoli

All'Azienda Napoletana Mobilità

PETIZIONE POPOLARE PER LA POSTICIPAZIONE DEGLI ORARI DI CHIUSURA GIORNALIERA DELLA FUNICOLARE CENTRALE DI NAPOLI

“La città di Napoli è dotata di quattro impianti funicolari storici: Chiaia, Montesanto, Centrale e Mergellina. Servizio di trasporto sostenibile per eccellenza, da oltre cento anni la trazione a fune collega il centro cittadino alla zona collinare, assecondando la particolare configurazione orografica della città. Complessivamente le quattro funicolari servono 16 stazioni e trasportano circa 60mila passeggeri al giorno svolgendo un ruolo strategico nel sistema complessivo della mobilità cittadina. Pulizia, comfort e rapidità sono i punti di forza del mezzo di trasporto preferito da napoletani e turisti che la utilizzano per raggiungere i principali siti di interesse storico e culturale della città.”

In particolare “La funicolare centrale collega il quartiere Vomero al centro storico della città e dei quattro impianti a fune gestiti da ANM, è il più frequentato. Nei giorni feriali oltre 28mila persone utilizzano il servizio, circa 10mila nei festivi”

 Così si legge nel sito web ANM ma ora si rischia di sminuire drasticamente questo prezioso servizio, in particolare per la funicolare centrale che, dopo un anno di fermo per la  revisione ventennale, riapre con l’anticipazione dell’orario di chiusura alle 22 in tutti i giorni della settimana, ritornando indietro nel tempo di molti anni. 

Questo penalizza fortemente una larghissima fascia di utenti, in particolare delle stazioni intermedie che danno accesso a zone molto abitate e di grande valore paesagistico: Petraio, nella cui stazione tra l'altro è ubicata l’Associazione Culturale L’intrecciata che in quattro anni di lavoro ha reso la sala di Porto Petraio un punto di riferimento culturale per una ampia fascia di utenti proveniente da tutta la Campania, e Corso Vittorio Emanuele, zone entrambe non sufficientemente servite da altri mezzi di trasporto pubblico. La restrizione dell’orario lascia gli abitanti di queste zone completamente isolati nelle fasce serali, e non consente senza l’uso di mezzi propri la partecipazione ad attività ed eventi che si svolgono nel centro storico e collinare.

Si rischia così sia di vanificare i tentativi di contribuire attraverso l’uso di un mezzo pubblico sostenibile per eccellenza alla diminuzione del volume di traffico cittadino su gomma, sia di mettere in seria difficoltà le auspicate attività culturali e ricreative di cui la nostra città ha tanto bisogno.

Chiediamo quindi l’immediato ripristino degli orari di chiusura precedenti alla revisione ventennale: ore 22 solo il lunedì e martedì, e almeno alle ore 00:30 per tutti gli altri giorni della settimana.

 La petizione popolare è promossa dall'Associazione Culturale L’intrecciata (info@intrecciata.it) e dagli abitanti delle zone adiacenti le stazioni coinvolte.

 



Oggi: Associazione Culturale L'intrecciata conta su di te

Associazione Culturale L'intrecciata ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "PETIZIONE POPOLARE PER LA POSTICIPAZIONE DEGLI ORARI DI CHIUSURA GIORNALIERA DELLA FUNICOLARE CENTRALE DI NAPOLI". Unisciti con Associazione Culturale L'intrecciata ed 7.234 sostenitori più oggi.