Problematiche parco Pietro Aretino: RACCOLTA FIRME DI SOLIDARIETÀ.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Il parco Pietro Aretino è un piccolo spazio verde che insiste nella zona della Pallotta, proprio al disotto della Chiesa di S. Ferdinando, parrocchia del quartiere.

Un parco, definiamolo pure di “circondario”, il quale, appunto, è delimitato dal lato dalla superstrada e, dai rimanenti lati, da palazzi.

I problemi legati ad una parte di questo piccolo parco non sono pochi ne semplici, per i quali dai residenti, attraverso il patrocinio dell’Associazione “Perugia: Social City”, è stata messa in atto la raccolta delle firme, per presentare una petizione al Signor Sindaco onde provveda ad intervenire per risolvere questi annosi problemi di disturbo della quiete pubblica messa in atto da gruppi, alquanto consistenti che, seppur con tutti i diritti di usufruire dello spazio verde, non hanno un comportamento consono per garantire un rispetto dovuto agli altri. Un comportamento che si può sintetizzare da uno stralcio di lettera, dei residenti, alla associazione promotrice:

“...Mantenendo il principio che uno spazio pubblico è di tutti e dunque da tutti fruibile, le nostre richieste riguardano le regole a cui dobbiamo adeguarci se vogliamo frequentare con educazione e dignità tale spazio.

Non si può scambiare un parco per un luogo dove si bivacca per ore, dove si cucina, si mangia, dove si distribuiscono abusivamente alcoolici e si beve molto, dove nelle ore notturne si urla da parte di adulti e di bambini e spesso si ascolta musica ad alto volume, dove si fanno i propri bisogni trasformando una parte del parco in gabinetto a cielo aperto, con carte igieniche sparse dappertutto e con odori nauseabondi.

E dove viene occupata abusivamente una parte dell'area con sedie e improvvisati tavoli che rimangono costantemente nel luogo contro ogni decoro pubblico.

Soprattutto non si può occupare uno spazio fino a tarda notte (a volte anche fino alle prime ore del mattino) disturbando con schiamazzi il giusto riposo di chi abita nei palazzi limitrofi, di persone che lavorano, di persone anziane, a volte malate e di bambini…”Questa, in sintesi la situazione!

La necessità di presentare la raccolta firme online, è dettata dalla speranza di una solidarietà che dovrebbe essere sempre presente in ogni membro della nostra “Comunità” cittadina perché, quello che sta capitando ai residenti di questo piccolo parco potrebbe, un domani, essere un problema di qualsiasi parte di Perugia.



Oggi: giampiero conta su di te

giampiero tamburi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "perugiasocialcity@gmail.com: Problematiche parco Pietro Aretino: RACCOLTA FIRME DI SOLIDARIETÀ.". Unisciti con giampiero ed 6 sostenitori più oggi.