35,232
Supporters

PETIZIONE AL PRESIDENTE DEL SENATO PIETRO GRASSO, AL PRESIDENTE DELLA CAMERA ON. LAURA BOLDRINI, AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI MATTEO RENZI

PREMESSA

Da lungo tempo si è discusso e lavorato in Parlamento per il rinnovo della II° Parte della Costituzione Italiana cioé delle strutture politiche del nostro Paese. Se tale riformulazione è importante, fondamentale è- secondo noi - la revisione dei Principi fondamentali e della I° parte.
Tali articoli, formulati sessant’anni fa - dopo la liberazione dalla dittatura e dalla guerra - si riferiscono alla libertà del cittadino escluso però dal contesto ambientale. Oggi che l’evoluzione eco-culturale riconosce un diverso ruolo dell’Uomo nella biosfera, diventa quasi una necessità rivedere alcuni articoli in modo da rivalutare il cittadino non solo nei rapporti civili e sociali, ma anche nei suoi nuovi stretti rapporti con l’ambiente e le specie viventi.
Se è vero che, di fatto, molte leggi sono state promulgate per le aree protette, l’impatto ambientale, la tutela degli animali in estinzione e domestici, è anche vero che nel terreno culturale sono carenti una conoscenza e una coscienza delle relazioni esistenti tra l’uomo e l’ambiente.
Le nuove teorie della matematica, della fisica, della biologia (teoria della complessità, del caos, dell’autopoiesi, di Gaia) propongono, in sintesi, una visione nuova dell’Universo, la quale considera la natura e gli esseri viventi non come entità isolate ma come <sistemi viventi> in cui ogni singolo individuo - se pur autonomo - è interconnesso in trame infinite di relazioni.
La reintegrazione dell’Uomo - uscito dal suo isolamento biologico e culturale finora distruttivo - nella "rete della vita" è necessaria per la sopravvivenza sua e della vita stessa.

 

PETIZIONE

Il/la sottoscritto/a cittadino/a italiano/a, considerata l’evoluzione  culturale nei rinnovati rapporti tra l’uomo e l’ambiente, chiede la revisione e l’aggiornamento della Costituzione Italiana, per quanto riguarda i Principi fondamentali e la I Parte con gli emendamenti dei seguenti articoli:

Art.1: (1° comma) dopo “fondata sul lavoro” aggiungere “PER UNO SVILUPPO ETICAMENTE SOSTENIBILE”

Art.6: dopo “norme” aggiungere “LE DIVERSITA’ LINGUISTICHE, ETNICHE, CULTURALI, BIOLOGICHE”

Art.9: (1°comma) dopo “tecnica” aggiungere “CHE RISPETTINO L’INTEGRITA’ E LA DIGNITA’ DI UOMINI E ANIMALI”; (2° comma) dopo “tutela” aggiungere “IL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO DEL PAESE, L’AMBIENTE E LE SPECIE VIVENTI”

Art.19: dopo “riti” aggiungere “O MANIFESTAZIONI CONTRARI ALL’INCOLUMITA’ PSICO-FISICA DI UOMINI E ANIMALI”

Art.21: (6° comma) dopo “manifestazioni contrarie” sostituire “ALLA DIGNITA’ DI UOMINI E ANIMALI”

Art.32: (1°comma) dopo “collettività” aggiungere “CON LA PREVENZIONE PRIMARIA, ELIMINANDO I FATTORI NOCIVI”

Art.33: (1°comma) dopo “scienza” aggiungere “E IL LORO INSEGNAMENTO SONO LIBERI NEI LIMITI DEL RISPETTO DEI DIRITTI DI UOMINI E ANIMALI”

Art.41: (2° comma) dopo “danno” aggiungere “ALL’AMBIENTE , ALLA SALUTE”

Art. 44: (1°comma) dopo “conseguire” sostituire “UN RAZIONALE USO DEL TERRITORIO”; dopo “sociali” aggiungere “TUTELANDO GLI ECOSISTEMI”; dopo “promuove” sopprimere “ED IMPONE LA BONIFICA DELLE TERRE”; (2° comma) dopo “montane” aggiungere “E DEL RISANAMENTO IDROGEOLOGICO NAZIONALE”

 

COSTITUZIONE ITALIANA - PRINCIPI FONDAMENTALI E PARTE PRIMA: CONFRONTO TESTO ATTUALE ed EMENDAMENTI PROPOSTI DA APT ITALIA

NOTE AGLI ARTICOLI MODIFICATI

Letter to
Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini
Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso
Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi
PREMESSA

Da lungo tempo si è discusso e lavorato in Parlamento per il rinnovo della II° Parte della Costituzione Italiana cioé delle strutture politiche del nostro Paese. Se tale riformulazione è importante, fondamentale è- secondo noi - la revisione dei Principi fondamentali e della I° parte.
Tali articoli, formulati sessant’anni fa - dopo la liberazione dalla dittatura e dalla guerra - si riferiscono alla libertà del cittadino escluso però dal contesto ambientale. Oggi che l’evoluzione eco-culturale riconosce un diverso ruolo dell’Uomo nella biosfera, diventa quasi una necessità rivedere alcuni articoli in modo da rivalutare il cittadino non solo nei rapporti civili e sociali, ma anche nei suoi nuovi stretti rapporti con l’ambiente e le specie viventi.
Se è vero che, di fatto, molte leggi sono state promulgate per le aree protette, l’impatto ambientale, la tutela degli animali in estinzione e domestici, è anche vero che nel terreno culturale sono carenti una conoscenza e una coscienza delle relazioni esistenti tra l’uomo e l’ambiente.
Le nuove teorie della matematica, della fisica, della biologia (teoria della complessità, del caos, dell’autopoiesi, di Gaia) propongono, in sintesi, una visione nuova dell’Universo, la quale considera la natura e gli esseri viventi non come entità isolate ma come in cui ogni singolo individuo - se pur autonomo - è interconnesso in trame infinite di relazioni.
La reintegrazione dell’Uomo - uscito dal suo isolamento biologico e culturale finora distruttivo - nella "rete della vita" è necessaria per la sopravvivenza sua e della vita stessa.



PETIZIONE

Il/la sottoscritto/a cittadino/a italiano/a, considerata l’evoluzione culturale nei rinnovati rapporti tra l’uomo e l’ambiente, chiede la revisione e l’aggiornamento della Costituzione Italiana, per quanto riguarda i Principi fondamentali e la I Parte con gli emendamenti dei seguenti articoli:

Art.1: (1° comma) dopo “fondata sul lavoro” aggiungere “PER UNO SVILUPPO ETICAMENTE SOSTENIBILE”

Art.6: dopo “norme” aggiungere “LE DIVERSITA’ LINGUISTICHE, ETNICHE, CULTURALI, BIOLOGICHE”

Art.9: (1°comma) dopo “tecnica” aggiungere “CHE RISPETTINO L’INTEGRITA’ E LA DIGNITA’ DI UOMINI E ANIMALI”; (2° comma) dopo “tutela” aggiungere “IL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO DEL PAESE, L’AMBIENTE E LE SPECIE VIVENTI”

Art.19: dopo “riti” aggiungere “O MANIFESTAZIONI CONTRARI ALL’INCOLUMITA’ PSICO-FISICA DI UOMINI E ANIMALI”

Art.21: (6° comma) dopo “manifestazioni contrarie” sostituire “ALLA DIGNITA’ DI UOMINI E ANIMALI”

Art.32: (1°comma) dopo “collettività” aggiungere “CON LA PREVENZIONE PRIMARIA, ELIMINANDO I FATTORI NOCIVI”

Art.33: (1°comma) dopo “scienza” aggiungere “E IL LORO INSEGNAMENTO SONO LIBERI NEI LIMITI DEL RISPETTO DEI DIRITTI DI UOMINI E ANIMALI”

Art.41: (2° comma) dopo “danno” aggiungere “ALL’AMBIENTE , ALLA SALUTE”

Art. 44: (1°comma) dopo “conseguire” sostituire “UN RAZIONALE USO DEL TERRITORIO”; dopo “sociali” aggiungere “TUTELANDO GLI ECOSISTEMI”; dopo “promuove” sopprimere “ED IMPONE LA BONIFICA DELLE TERRE”; (2° comma) dopo “montane” aggiungere “E DEL RISANAMENTO IDROGEOLOGICO NAZIONALE”