Per la riattivazione dei Contratti di Fiume interrotti o in forte ritardo in Veneto

Per la riattivazione dei Contratti di Fiume interrotti o in forte ritardo in Veneto

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.

Alessandro Pattaro
Alessandro Pattaro ha firmato questa petizione

Nei nostri territori si rileva un preoccupante rallentamento, da parte delle Istituzioni locali, dei processi di democrazia partecipativa relativi alla programmazione e alla gestione dei territori fluviali.

Visto che, dopo 5 anni di lavoro partecipato, di condivisione delle conoscenze, degli obbiettivi strategici  e di proposte progettuali, per tutelare e valorizzare i fiumi Meolo Vallio Musestre, il Contratto di Fiume (la cui sottoscrizione era programmata per il 21 Marzo 2019) è stato sospeso a tempo indeterminato, le comunità locali e tutti i soggetti sostenitori del processo chiedono che le attività vengano riprese ed il Contratto sia sottoscritto al più presto.

Il Programma d’Azione del Contratto di Fiume costituisce un importante atto strategico, la cui realizzazione rappresenta un vantaggio per le comunità locali:  un vantaggio da un punto di vista ambientale per tutto il territorio fluviale e, in particolare, in termini di qualità della acque, di naturalità e difesa idraulica.

Si chiede, quindi, di procedere, senza esitazione, nel percorso intrapreso e di continuare nella direzione della modalità di gestione condivisa dei fiumi e del territorio, inaugurata con il Contratto di Fiume, per migliorare le componenti ambientali e per contrastare gli effetti della crisi climatica e della biodiversità.

Nel contempo si invitano i componenti dei Comitati Istituzionali dei Contratti di Fiume Melma e Nerbon, Marzenego, Brenta e dei Contratti di Fiume interrotti o in forte ritardo in Veneto, ad adoperarsi, affinché i processi di democrazia partecipativa vengano al più presto riattivati.