Per la realizzazione di Pizzo Marinella FS e delle altre stazioni della linea costiera

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Desidero sollecitare la soluzione di una situazione che, sebbene prevalentemente locale alla città di Pizzo, presenta aspetti che considero generalmente preoccupanti.
Ebbene, arrivato nel 2016 nella ridente cittadina sul mare della Calabria, ho subito pensato come un’ovvia opportunità di sviluppo commerciale e turistico della zona dove sono andato a risiedere, oltre che soluzione agli atavici problemi di traffico che la affliggono, la ferrovia costiera Lamezia-Rosarno via Tropea, che già vi transita senza tuttavia avere stazioni, se non decisamente fuori dal paese, tanto da essere praticamente ignorata dalla cittadinanza. Così ho creato un gruppo Facebook come strumento di informazione, coordinamento e pressione:
http://www.facebook.com/groups/PizzoMarinellaFS
Nonostante il sindaco PD di Pizzo Gianluca Callipo avesse visto con favore il progetto e lo avesse persino inserito nel suo programma elettorale delle recenti elezioni amministrative, dopo essere stato eletto non gli ha più dato alcun seguito.
Allora mi sono rivolto in regione nella persona dell'assessore alle infrastrutture Roberto Musmanno, il quale si è dimostrato anch'egli interessato, tanto da identificare anche opportunità di finanziamento e di collaborazione con RFI, con l’auspicabile partecipazione e sostegno del sindaco di Pizzo. Solo che quest'ultimo si è tirato indietro e il combinato disposto in salsa PD tra la poco spiegabile pregiudiziale della regione e la altrettanto inspiegabile mancata disponibilità del sindaco, ha fatto sì che il progetto si sia fino ad ora totalmente arenato, fatta salva una recente apertura dello stesso assessore Musmanno per un incontro insieme a Ferrovie in Calabria all'esito del rimpasto, di cui si ignora ancora tuttavia l'agenda, nonostante esso sarebbe in grado di contribuire a sviluppare il tessuto turistico e commerciale dell’intera Costa degli Dei oltre che dell'intera Calabria, e non presenterebbe per le amministrazioni alcun onere finanziariopotendo attingere ai fondi dei POR regionali nell'asse 7, che altrimenti ritornerebbero non spesi a Bruxelles nel 2020.

Dove altrove la faccenda sarebbe stata presa in mano dalla stampa, qui in Calabria questa sembra temere piuttosto di scomodare gli equilibri politici, se non contromisure più drastiche e pericolose da parte del potere costituito, e quindi abbandona il proprio ruolo di quarto potere costringendo i cittadini a organizzarsi autonomamente per contrapporsi all’arbitrio amministrativo: da ciò l’importanza di sottoscrivere petizioni come questa per mostrare di non essere singoli individui da ignorare, minacciare o silenziare uno alla volta.

Per quanto, appunto, la petizione riguardi il territorio Calabrese, invito a firmare anche i cittadini delle altre regioni, costituendo essa l’epigono di un certo modo di porsi del potere ‘costituito’ che si oppone con tracotanza alle istanze dei cittadini, a cui il recente voto nazionale ha voluto opporsi con decisione.

Negli aggiornamenti vengono riportati gli sviluppi auspicabilmente positivi che si annunciano.



Oggi: Fabrizio conta su di te

Fabrizio Bartolomucci ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Per la realizzazione di Pizzo Marinella e delle altre nuove stazioni di Pizzo del treno costiero della Costa degli Dei.". Unisciti con Fabrizio ed 92 sostenitori più oggi.