Petition Closed
Petitioning Partito EcoAnimalista and 2 others

Stop all' inquinamento del Piombo , dai fucili dei Cacciatori ,Stop the pollution of Lead, from guns Hunters

Stop all'  inquinamento  del  Piombo ,  dai fucili dei  Cacciatori .

Stop the pollution  of Lead, from guns Hunters

Il piombo è uno dei quattro metalli più tossici. Causa danni importanti ai reni, al sangue, al sistema riproduttivo e, soprattutto, al sistema nervoso centrale. Il piombo risulta dannoso anche se si è esposti a bassi livelli ma in modo costante nel tempo. Il pericolo aumenta se si parla di bambini o addirittura feti (il piombo riesce a penetrare la placenta) poiché il loro sistema nervoso è ancora in fase di costituzione ed è quindi particolarmente sensibile agli effetti nocivi di questo metallo, che possono provocare danni alla crescita e allo sviluppo neurocognitivo già a concentrazioni inferiori a 10 μg/dL.

Lead is one of the four most toxic metals. Cause significant damage to the kidneys, blood, the reproductive system, and especially to the central nervous system. Lead is also harmful if you are exposed to low levels but steadily over time. The danger increases if you talk to children and even fetuses (lead can penetrate the placenta) because their nervous system is still being set up and is therefore particularly sensitive to the harmful effects of this metal, which can cause damage to the growth and neurocognitive development already at concentrations less than 10 g / dL.

ogni anno si accumulano sul territorio nuove tonnellate di piombo che provvedono ad intossicare costantemente il nostro pianeta, le falde acquifere, i terreni agricoli e gli animali selvatici, entrando anche, in questo modo, inevitabilmente, nella catena alimentare.

Lo Stato, nel suo compito di proteggere l’ambiente e il patrimonio faunistico - che ricordiamo è patrimonio non disponibile dello Stato - deve obbligatoriamente tenere conto di questo fenomeno, che nel nostro paese è ben radicato, spesso tollerato in nome delle tradizioni

E’ una assurdità che la legge imponga di raccogliere e smaltire mediante riciclaggio le batterie al piombo esauste e poi ammetta e finanzi la diffusione diretta del piombo nei boschi per opera dei cacciatori. 

Ci si aspetta dunque che i pallini al piombo vengano vietati per uso venatorio non solo nelle zone umide ma su tutto il territorio, poiché, se questo metallo è tossico e inquinante, lo è in qualsiasi terreno venga disseminato. Dal momento che è disponibile una semplice soluzione come la sostituzione del piombo con l’acciaio, sembra assurdo che lo Stato non tuteli l’ambiente e la salute pubblica come invece fa nel caso di tutti gli altri rifiuti piombosi. Questo soprattutto tenendo conto del fatto che la caccia è un’attività esclusivamente ludica e che non può quindi avere più valore della salute pubblica e ambientale!

Alcuni cittadini veneti ben informati, già nel 2003 avevano chiesto il divieto dell’uso del piombo nelle cartucce da caccia. La petizione, promossa dalla LAC (Lega Abolizione Caccia) e dal Coordinamento Protezionista Veneto, fu sottoscritta da 72.225 cittadini. Evidentemente questi cittadini non hanno, per la loro Regione, il valore aggiunto dei cacciatori!

Tratto  da  http://www.divietodaccesso.org/index.php?option=com_content&task=view&id=440&Itemid=54

 Svizzera le aquile  reali avvelenate dal piombo delle munizioni dei cacciatori secondo le  analisi dall Universita di Zurigo

http://www.all4animals.it/2014/02/24/svizzera-le-aquile-reali-avvelenate-dal-piombo-delle-munizioni-dei-cacciatori/

 

Secondo le analisi condotte dall’Università di Zurigo, uccelli predatori come le aquile reali sono intossicate dal piombo delle munizioni dei cacciatori. La ricerca è stata condotta presso l’Istituto di Medicina Legale, Farmacologica e Tossicologia Veterinaria dell’Università di Zurigo su esplicita richiesta della Stazione Ornitologica Svizzera e dell’Ufficio per la Caccia e Pesca dei Grigioni. In dettaglio, gli uccelli resterebbero intossicati mangiando la carne degli animali uccisi dai cacciatori e all’interno della quale sono presenti i resti delle munizioni. Le analisi, in questo senso, sono state necessarie perché nell’ultimo decennio diverse aquile sono morte mentre altre, gravemente malate, sono state scoperte affette da saturnismo. Questa patologia è tipica dell’esposizione al piombo, presente nelle ossa e nel sangue dei volatili in un tasso di concentrazione altissimo. Non solo gli animali che si nutrono di carogne presentano questo problema: presenza di piombo è stata riscontrata anche nelle marmotte e negli stambecchi. La causa principale di questa patologia è da ricondursi all’assimilazione di piombo attraverso le munizioni da caccia, e conferma, in questo senso, è arrivata anche da alcuni studi condotti negli USA su condor e aquila di mare dalla coda bianca. Foto: archivio. © All4Animals - tutti i diritti riservati

Fonte originale dell'articolo: http://www.all4animals.it/2014/02/24/svizzera-le-aquile-reali-avvelenate-dal-piombo-delle-munizioni-dei-cacciatori/
Rispetta il lavoro degli attivisti: riporta sempre la fonte originale dei contenuti che prelevi.

Grazie!

 

 

Secondo le analisi condotte dall’Università di Zurigo, uccelli predatori come le aquile reali sono intossicate dal piombo delle munizioni dei cacciatori. La ricerca è stata condotta presso l’Istituto di Medicina Legale, Farmacologica e Tossicologia Veterinaria dell’Università di Zurigo su esplicita richiesta della Stazione Ornitologica Svizzera e dell’Ufficio per la Caccia e Pesca dei Grigioni. In dettaglio, gli uccelli resterebbero intossicati mangiando la carne degli animali uccisi dai cacciatori e all’interno della quale sono presenti i resti delle munizioni. Le analisi, in questo senso, sono state necessarie perché nell’ultimo decennio diverse aquile sono morte mentre altre, gravemente malate, sono state scoperte affette da saturnismo. Questa patologia è tipica dell’esposizione al piombo, presente nelle ossa e nel sangue dei volatili in un tasso di concentrazione altissimo. Non solo gli animali che si nutrono di carogne presentano questo problema: presenza di piombo è stata riscontrata anche nelle marmotte e negli stambecchi. La causa principale di questa patologia è da ricondursi all’assimilazione di piombo attraverso le munizioni da caccia, e conferma, in questo senso, è arrivata anche da alcuni studi condotti negli USA su condor e aquila di mare dalla coda bianca. Foto: archivio. © All4Animals - tutti i diritti riservati

Fonte originale dell'articolo: http://www.all4animals.it/2014/02/24/svizzera-le-aquile-reali-avvelenate-dal-piombo-delle-munizioni-dei-cacciatori/
Rispetta il lavoro degli attivisti: riporta sempre la fonte originale dei contenuti che prelevi.

Grazie!

E’ possibile notare gli effetti  di questo metallo dall’aumentata mortalità di uccelli intossicati. Molti se ne nutrono indirettamente, infatti alcuni uccelli nutrendosi di semi o materiali del suolo o filtrando il sedimentato ingeriscono e assorbono grandi quantità di questo materiale. Gli uccelli a differenza dell’uomo compiono la digestione grazie al ventriglio, regione del sistema digerente, che contiene sassolini inghiottiti dal suolo che tritura il materiale e migliora l’assorbimento. Molti di questi scambiano per sassi palline di piombo (utilizzati nel ventriglio) e l’acidità di stomaco porta alla digestione del piombo e viene assorbito dalla mucosa gastrica. L’ingestione di piombo provoca morte per occlusione intestinale e picacismo.

Altri uccelli acquatici soffrono gli effetti sub letali dell’intossicazione da piombo, divenendo di conseguenza  vulnerabili a malattie e predazione. Gli effetti fisiologici noti sono anemia, paralisi e gravi danni al sistema nervoso. I dati odierni ci comunicano che la morte di animali per intossicazione siano compresi tra 2-5% e studi scientifici dimostrano che il 20% degli uccelli porta nelle ingluvie (organo nel quale gli uccelli depositano il cibo) una quantità alta di piombo.

Sapendo allora che il piombo è un composto tossico e possiamo trovarlo anche a tavola, poiché moltissimi animali se ne nutrono indirettamente, perché non facciamo nulla affinché cacciatori e soprattutto bracconieri continuino a inquinare il nostro territorio?
Dobbiamo mettere in risalto la capacità dei cacciatori di distruggere ecosistemi e ridurre drasticamente la vita di molti animali. Ci vorrebbero leggi molto più drastiche; punire bracconieri che non rispettano il periodo di caccia e si dovrebbe fortemente ridurre la caccia quasi a farla scomparire nel giro di pochi anni. La caccia non è come molti dicono importante per mantenere il numero di individui di una specie ma rappresenta una modalità di distruzione di molte specie. Quanti animali fantastici che riempivano mari, foreste e boschi hanno visto la scomparsa con la caccia e la pesca.

di Francesco Miscia da animalisti.it

http://www.animalisti.org/come-la-caccia-contribuisce-allinquinamento-da-piombo/

Letter to
Partito EcoAnimalista
Presidente del Consiglio Matteo Renzi
Deputato Moviment 5 stelle Chiara Gagnarli
Stop all' inquinamento del Piombo , dai fucili dei Cacciatori ,Stop the pollution of Lead, from guns Hunters
Stop all' inquinamento del Piombo , dai fucili dei Cacciatori .

Stop the pollution of Lead, from guns Hunters

Il piombo è uno dei quattro metalli più tossici. Causa danni importanti ai reni, al sangue, al sistema riproduttivo e, soprattutto, al sistema nervoso centrale. Il piombo risulta dannoso anche se si è esposti a bassi livelli ma in modo costante nel tempo. Il pericolo aumenta se si parla di bambini o addirittura feti (il piombo riesce a penetrare la placenta) poiché il loro sistema nervoso è ancora in fase di costituzione ed è quindi particolarmente sensibile agli effetti nocivi di questo metallo, che possono provocare danni alla crescita e allo sviluppo neurocognitivo già a concentrazioni inferiori a 10 μg/dL.

ogni anno si accumulano sul territorio nuove tonnellate di piombo che provvedono ad intossicare costantemente il nostro pianeta, le falde acquifere, i terreni agricoli e gli animali selvatici, entrando anche, in questo modo, inevitabilmente, nella catena alimentare.

Lo Stato, nel suo compito di proteggere l’ambiente e il patrimonio faunistico - che ricordiamo è patrimonio non disponibile dello Stato - deve obbligatoriamente tenere conto di questo fenomeno, che nel nostro paese è ben radicato, spesso tollerato in nome delle tradizioni

E’ una assurdità che la legge imponga di raccogliere e smaltire mediante riciclaggio le batterie al piombo esauste e poi ammetta e finanzi la diffusione diretta del piombo nei boschi per opera dei cacciatori.

Ci si aspetta dunque che i pallini al piombo vengano vietati per uso venatorio non solo nelle zone umide ma su tutto il territorio, poiché, se questo metallo è tossico e inquinante, lo è in qualsiasi terreno venga disseminato. Dal momento che è disponibile una semplice soluzione come la sostituzione del piombo con l’acciaio, sembra assurdo che lo Stato non tuteli l’ambiente e la salute pubblica come invece fa nel caso di tutti gli altri rifiuti piombosi. Questo soprattutto tenendo conto del fatto che la caccia è un’attività esclusivamente ludica e che non può quindi avere più valore della salute pubblica e ambientale!

Alcuni cittadini veneti ben informati, già nel 2003 avevano chiesto il divieto dell’uso del piombo nelle cartucce da caccia. La petizione, promossa dalla LAC (Lega Abolizione Caccia) e dal Coordinamento Protezionista Veneto, fu sottoscritta da 72.225 cittadini. Evidentemente questi cittadini non hanno, per la loro Regione, il valore aggiunto dei cacciatori!

Tratto da http://www.divietodaccesso.org/index.php?option=com_content&task=view&id=440&Itemid=54

Svizzera le aquile reali avvelenate dal piombo delle munizioni dei cacciatori secondo le analisi dall Universita di Zurigo

http://www.all4animals.it/2014/02/24/svizzera-le-aquile-reali-avvelenate-dal-piombo-delle-munizioni-dei-cacciatori/



Secondo le analisi condotte dall’Università di Zurigo, uccelli predatori come le aquile reali sono intossicate dal piombo delle munizioni dei cacciatori. La ricerca è stata condotta presso l’Istituto di Medicina Legale, Farmacologica e Tossicologia Veterinaria dell’Università di Zurigo su esplicita richiesta della Stazione Ornitologica Svizzera e dell’Ufficio per la Caccia e Pesca dei Grigioni. In dettaglio, gli uccelli resterebbero intossicati mangiando la carne degli animali uccisi dai cacciatori e all’interno della quale sono presenti i resti delle munizioni. Le analisi, in questo senso, sono state necessarie perché nell’ultimo decennio diverse aquile sono morte mentre altre, gravemente malate, sono state scoperte affette da saturnismo. Questa patologia è tipica dell’esposizione al piombo, presente nelle ossa e nel sangue dei volatili in un tasso di concentrazione altissimo. Non solo gli animali che si nutrono di carogne presentano questo problema: presenza di piombo è stata riscontrata anche nelle marmotte e negli stambecchi. La causa principale di questa patologia è da ricondursi all’assimilazione di piombo attraverso le munizioni da caccia, e conferma, in questo senso, è arrivata anche da alcuni studi condotti negli USA su condor e aquila di mare dalla coda bianca. Foto: archivio. © All4Animals - tutti i diritti riservati

Fonte originale dell'articolo: http://www.all4animals.it/2014/02/24/svizzera-le-aquile-reali-avvelenate-dal-piombo-delle-munizioni-dei-cacciatori/
Rispetta il lavoro degli attivisti: riporta sempre la fonte originale dei contenuti che prelevi.

Grazie!





Secondo le analisi condotte dall’Università di Zurigo, uccelli predatori come le aquile reali sono intossicate dal piombo delle munizioni dei cacciatori. La ricerca è stata condotta presso l’Istituto di Medicina Legale, Farmacologica e Tossicologia Veterinaria dell’Università di Zurigo su esplicita richiesta della Stazione Ornitologica Svizzera e dell’Ufficio per la Caccia e Pesca dei Grigioni. In dettaglio, gli uccelli resterebbero intossicati mangiando la carne degli animali uccisi dai cacciatori e all’interno della quale sono presenti i resti delle munizioni. Le analisi, in questo senso, sono state necessarie perché nell’ultimo decennio diverse aquile sono morte mentre altre, gravemente malate, sono state scoperte affette da saturnismo. Questa patologia è tipica dell’esposizione al piombo, presente nelle ossa e nel sangue dei volatili in un tasso di concentrazione altissimo. Non solo gli animali che si nutrono di carogne presentano questo problema: presenza di piombo è stata riscontrata anche nelle marmotte e negli stambecchi. La causa principale di questa patologia è da ricondursi all’assimilazione di piombo attraverso le munizioni da caccia, e conferma, in questo senso, è arrivata anche da alcuni studi condotti negli USA su condor e aquila di mare dalla coda bianca. Foto: archivio. © All4Animals - tutti i diritti riservati

Fonte originale dell'articolo: http://www.all4animals.it/2014/02/24/svizzera-le-aquile-reali-avvelenate-dal-piombo-delle-munizioni-dei-cacciatori/
Rispetta il lavoro degli attivisti: riporta sempre la fonte originale dei contenuti che prelevi.

Grazie!

E’ possibile notare gli effetti di questo metallo dall’aumentata mortalità di uccelli intossicati. Molti se ne nutrono indirettamente, infatti alcuni uccelli nutrendosi di semi o materiali del suolo o filtrando il sedimentato ingeriscono e assorbono grandi quantità di questo materiale. Gli uccelli a differenza dell’uomo compiono la digestione grazie al ventriglio, regione del sistema digerente, che contiene sassolini inghiottiti dal suolo che tritura il materiale e migliora l’assorbimento. Molti di questi scambiano per sassi palline di piombo (utilizzati nel ventriglio) e l’acidità di stomaco porta alla digestione del piombo e viene assorbito dalla mucosa gastrica. L’ingestione di piombo provoca morte per occlusione intestinale e picacismo.

Altri uccelli acquatici soffrono gli effetti sub letali dell’intossicazione da piombo, divenendo di conseguenza vulnerabili a malattie e predazione. Gli effetti fisiologici noti sono anemia, paralisi e gravi danni al sistema nervoso. I dati odierni ci comunicano che la morte di animali per intossicazione siano compresi tra 2-5% e studi scientifici dimostrano che il 20% degli uccelli porta nelle ingluvie (organo nel quale gli uccelli depositano il cibo) una quantità alta di piombo.

Sapendo allora che il piombo è un composto tossico e possiamo trovarlo anche a tavola, poiché moltissimi animali se ne nutrono indirettamente, perché non facciamo nulla affinché cacciatori e soprattutto bracconieri continuino a inquinare il nostro territorio?
Dobbiamo mettere in risalto la capacità dei cacciatori di distruggere ecosistemi e ridurre drasticamente la vita di molti animali. Ci vorrebbero leggi molto più drastiche; punire bracconieri che non rispettano il periodo di caccia e si dovrebbe fortemente ridurre la caccia quasi a farla scomparire nel giro di pochi anni. La caccia non è come molti dicono importante per mantenere il numero di individui di una specie ma rappresenta una modalità di distruzione di molte specie. Quanti animali fantastici che riempivano mari, foreste e boschi hanno visto la scomparsa con la caccia e la pesca.

di Francesco Miscia da animalisti.it

http://www.animalisti.org/come-la-caccia-contribuisce-allinquinamento-da-piombo/