PETIZIONE CHIUSA

Regolamentazione delle sostanze stupefacenti

Questa petizione aveva 38 sostenitori


La Regolamentazione delle Sostanze stupefacenti è la risposta ad un insensato proibizionismo di Stato che, a causa della sua ferrea applicazione, genera emarginazione sociale, criminalità, connivenza e corruzione.

Oggi le sostanze stupefacenti, nello specifico quelle leggere, sono divenute prodotto di largo consumo. La loro qualità è spesso dubbia, conseguenza della provenienza sconosciuta. La loro diffusione è endemica, soprattutto nelle città universitarie. Le forze dell'ordine non sono in grado di fronteggiare questo fenomeno che genera criminalità, corruzione e connivenza.

Già altri Stati, europei ed extra-europei, hanno dimostrato che una regolamentazione puntuale delle sostanze stupefacenti leggere è in grado di:

1)diminuire gli effetti criminogeni generati dal proibizionismo,

2)garantire la salute dei consumatori;

3) contrastare le narcomafie;

4) proventi economici generati dalla tassazione.

Il recente caso di Lavagna, dove un ragazzino si è suicidato a seguito di una perquisizione, induce a riflettere su ciò che oggi è il proibizionismo di Stato; modalità di contrasto inefficace.

Seguire gli esempi di regolamentazione aiuterebbe quindi a risolvere i molteplici problemi legati al narcotraffico, nazionale ed internazionale.



Oggi: Antonio conta su di te

Antonio Musmeci Catania ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Parlamento: Regolamentazione delle sostanze stupefacenti". Unisciti con Antonio ed 37 sostenitori più oggi.